sabato 3 settembre 2011

Recensione Torchwood 1

Ho da poco finito questa prima stagione e adesso mi sto guardando la seconda. Per ora Torchwood è un bel telefilm anche se, a mio avviso, ancora tutto da sviluppare, gli ingredienti ci sono ma attendono di essere utilizzati. Spero chè ciò venga fatto nella seconda stagione. Nonostante io ami libri e telefilm di fantascienza, il vero motivo per cui mi sono affacciata a questa serie tv è stato per l'attore protagonista (che io trovo stupendo in tutti i sensi) e per la sua storia con Ianto che tarda a svilupparsi... che dire, bello ma un po' lento.  
P.S. Alcuni riferimenti nella recensioni sono tratti da wikipedia.

TRAMA
La serie segue l'attività della sezione di Cardiff dell'Istituto Torchwood, il cui compito è quello di investigare sugli avvenimenti riguardanti gli extraterrestri ed utilizzare per i propri scopi le tecnologie aliene che recupera dalle varie missioni. Il protagonista è il capitano Jack Harkness (interpretato da John Barrowman), personaggio apparso più volte nella serie televisiva originaria come alleato del Dottore.

RECENSIONE
Qualche giorno fa ho finito di vedere la prima stagione di Torchwood, spin-off, incentrato sul capitano Jack Harkness, della storica serie 'Doctor Who'. E' stata molto bella anche se speravo in un rapporto più esplicito tra il capitano e Ianto.
Torchwood, come ama dire il protagonista all'inizio di ogni puntata, è un istituto "indipendente dal governo, esterno alla polizia" composto dall'ex poliziotta Gwen Cooper, dal dottor Owen Harper, dall'esperta d'informatica Toshiko Sato e dal tuttofare Ianto Jones. Questi si occupano di mantenere segretamente l'ordine pubblico, minacciato ogni tanto da qualche alieno e da una fessura temporale piuttosto instabile.
Ovviamente il mio personaggio preferito è il capitano Jack Harkness, semplicemente irresistibile per la sua simpatia anche se all'occorrenza diventa freddo e impassibile, nel complesso, però, stupendo. Quello che invece ho apprezzato meno per il suo carattere è il dottor Owen, il quale frequentemente si rivolta contro Jack; tuttavia ho notato un certo fascino in lui nella decima e undicesima puntata: 'Fuori dal Tempo' e 'Combattimento'. Poi c'è Ianto che spesso viene messo in secondo piano e con lui anche la sua storia con il capitano (è uno dei motivi per cui io mi sono convinta a vedere Torchwood), spero che nella seconda stagione a ciò si ponga rimedio.
Di questa prima serie la puntata che per me è stata il top è la dodicesima: 'Il capitano Jack Harkness'. L'ho letteralmente adorata, è stata molto commovente, soprattutto nella scena finale del ballo, spero di poter vedere altre puntate di questo livello.
Sebbene la prima stagione di Torchwood l'abbia sostanzialmente apprezzata, non ho condiviso l'idea del creatore nel «buttare giù le barriere così noi non potremo dire quale dei personaggi è gay. Abbiamo bisogno di mescolare le carte, invece che pensare "Lui è gay e quindi andrà solo con gli uomini"». Tutto ciò se da una parte può essere positivo, dall'altra rende le relazioni molto superficiali tanto che non importa più con chi si sta e da una puntata all'altra si passa anche da una persona all'altra, che sia uomo o donna.
Poi, nella squadra dopo alcune puntate si possono già notare dissapori più o meno nascosti tra i componenti e questo fa pensare che per quanto a voce dicano tutti di essere uniti, di fatto non lo sono.
In conclusione, considerando pregi e difetti, la prima stagione è stata piacevole anche se si sarebbe potuto fare meglio, ma a ciò, dai spoiler, si è già provveduto con la stagione successiva e per questo non mi sbilancio troppo con il voto.
VOTO: *** 1/2

Titolo Originale: Torchwood
Paese: Regno Unito
Genere: Fantascienza
Stagioni: 4 +
Canale: Jimmy, Fox 

Puntate: 13

Nessun commento:

Posta un commento