giovedì 8 marzo 2012

3° GIVEAWAY: Divergent (Speciale 8 Marzo)


Create your own banner at mybannermaker.com!

Oggi, 08 MARZO, è la Festa della Donna, e, come avevo già preannunciato, ho preparato qualcosa di speciale: un bel giveaway su un Young Adult distopico molto atteso da diversi lettori amanti del genere. Sto parlando di DIVERGENT di VERONICA ROTH. Ma non è finita qui: per gentile concessione della casa editrice DeAgostini, che ringrazio, sono disponibili ben 2 COPIE del romanzo!

TRAMA
La società distopica in cui vive Beatrice Prior è suddivisa in 5 fazioni, ognuna delle quali è consacrata a una virtù: sincerità, altruismo, coraggio, concordia e sapienza. Il momento cruciale nella vita dei cittadini è il Giorno della Scelta, che cade allo scoccare del 16° compleanno: ogni giovane sceglie a quale fazione votare il proprio futuro. Ora tocca a Beatrice, e la sua scelta non solo sorprenderà tutti, ma segnerà per sempre il suo destino. Nella fase iniziale altamente competitiva, la protagonista rinominando se stessa (Tris), lotta per determinare chi sono realmente i suoi amici, interrogandosi se la sua storia d'amore possa adattarsi alla vita che ha scelto.
Catapultata in un mondo duro e violento Beatrice scoprirà le crepe di una società che è tuttotranne che perfetta. Una società che la vorrebbe morta se scoprisse il suo segreto... Perché Beatrice non è una ragazza qualunque, lei è una divergent. Una diversa.

Titolo: Divergent
Autore: Veronica Roth
Editore: DeAgostini
Pagine: 480
Prezzo: € 16,90
Uscita: 22 Marzo

Naturamente, come in tutti i giveaway, anche qui ci sono delle piccole regoline da rispettare:
- Pubblicizzare l'evento su siti/blog/facebook in modo che io possa controllare
- Commentare scrivendo cosa ne pensate della condizione della donna oggi: si è davvero emancipata? E nei romanzi, soprattutto romance, a vostro giudizio (e in base alle letture fatte) è indipendente o spesso si può intravedere comunque, sebbene in modo settile, la prevaricazione dell'uomo? (nel commento inserire anche il proprio indirizzo email)

NB. Nei precedenti giveaways ho dovuto non considerare alcuni commenti di utenti che non avevano rispettato il regolamento, quindi invito a leggere attentamente le indicazioni e non basarsi su ciò che ha scritto chi ha commentato prima. Inoltre, esorto a controllare i link affinchè siano tutti funzionanti e, da oggi in poi, accetterò solo collegamenti diretti per quanto riguarda facebook (basta cliccare sull'orario del post), pena esclusione dall'estrazione.

Create your own banner at mybannermaker.com!

IL giveaway termina il 01 APRILE
L'estrazione verrà fatta tramite Random.org

21 commenti:

  1. sul lavoro, in casa, nel pubblico e nel privato penso che la strada per la REALE eguaglianza sia ancora molto lunga... molto possiamo fare noi madri di oggi con gli uomini del domani che stiamo allevando.
    nella letteratura sicuramente la donna ha un ruolo di secondo piano, ma amo i romanzi storici o comunque ambientati in epoca non recentissima e quindi penso sia normale
    nella letteratura ambientata in epoca più moderna invece le eroine forti e con gli attributi la fanno da padrone

    mammasuperabile@gmail.com

    http://mammasuperabile.blogspot.com/p/giveaway-blog-candy-e-contest.html
    http://www.facebook.com/profile.php?id=100001767326223&ref=tn_tinyman
    https://twitter.com/#!/MammaSuperabile
    https://plus.google.com/101000551600238908916

    RispondiElimina
  2. nella vita reale manca ancora molto per la emanicipazione su libri o trovato molto eroine però secondo sempre legata a una figura maschile!!!!
    condivido su fb Cristiane Oliveira

    http://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=226003477498065&id=100002333031197

    crisgabrisa@libero.it

    RispondiElimina
  3. In Italia le parole donna ed emancipazione non vanno per niente d'accordo. La discriminazione in campo lavorativo è enorme purtroppo, ed è un dato di fatto.
    Nei libri è tutto un po' diverso, soprattutto nel romance. Alle donne piace evadere, anche leggere di situazioni che nella vita non accetterebbero mai.
    Grazie per questo premio!
    mail: laslela@gmail.com
    Condiviso su http://lamiatribu.blogspot.com/
    http://www.facebook.com/slela.lamiatribu/posts/127753327352179
    https://plus.google.com/103804969256616772571/posts/4akc8QLLwhJ

    RispondiElimina
  4. beh, direi che la condizione della donna è migliorata in alcune società ma in altre assolutamente no!! credo non ci sia il bisogno di citarle esplicitamente, ma si sa che ci sono culture in cui la donna è considerata e trattata non solo con superficialità ma proprio con malvagità e assoluta mancanza di rispetto sin da quando è bambina (vedi certe pratiche di tipo fisico....).
    in società cosiddette "civili" e moderne come la nostra si parla tanto di emancipazione, di pari diritti e credo che davvero tanti passi avanti siano stati fatti, ma sotto sotto resta sempre, in tanti uomini, la convinzione che in fondo la donna non sarà mai come loro.. e che ci saranno sempre ambiti in cui è bene che non entri, pena il pregiudizio e l'ostilità...
    Nei romance... l'ho sempre pensato: la donna spesso è sempre stata presentata come il soggetto più debole, che va coccolato, protetto, che viene quasi sempre ingannato, tradito ma che alla fine perdona il proprio uomo un pò... bastardo (perdonate l'espressione), perchè lo ama troppo e lei è così "forte" da perdonarlo....
    Ultimamente però, ma soprattutto nei fantasy, la donna viene fuori come un personaggio tosto, intraprendente, che anzi scavalca anche l'uomo :)

    Ciao!

    angyarmy@hotmail.it

    condivido:
    https://twitter.com/#!/Stellangy/status/178042774178902016

    http://chicchidipensieri.blogspot.com/ banner

    http://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=342308745811644&id=100000730786540

    http://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=305244986207376&id=285177551521048

    http://sorapis79.iobloggo.com/ banner

    RispondiElimina
  5. Per quanto si cerchi di ignorarla o minimizzarla, la prevaricazione oggi c'è eccome, ovviamente in senso diverso a seconda del paese e del contesto e ad un livello minore rispetto al passato. Così come moltissimi e fastidiosissimi sono i pregiudizi riguardo alle abitudini e i comportamenti delle donne rispetto agli uomini, ma non approfondisco perché scriverei pagine e pagine xD
    Nei romanzi troviamo sì eroine come Katniss, più forte, coraggiosa e intelligente di tutta quella massa di uomini tutto fumo e niente arrosto, o del tenero Peeta, ma per la maggior parte conosciamo protagoniste che hanno bisogno di essere protette e salvate dal figo di turno. E diciamocelo, spesso ci piace, ma nei limiti!!!
    Ho letto molto in giro di questo romanzo e del successo che ha avuto negli USA e sono incredibilmente curiosa! Le distopie mi catturano **
    giulyblack93@hotmail.it
    https://twitter.com/#!/giav93/status/178131705851412482
    http://www.facebook.com/pages/Alec-Alexander-Lightwood-Italia-Fan-Club/184384438246063
    http://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=349927248384693&id=184384438246063

    RispondiElimina
  6. be la situazione è nettamente migliorata rispetto al passato, ma non dappertutto, anche se a poco a poco i miglioramenti ci sono. secondo me nei romanzi c'è la prevaricazione dell'uomo ma le protagoniste sono spesso ribelli.
    email: nausicaa1987@tiscali.it

    ho pubblicizzato su:
    ilcerchiodellestreghe.blogspot.com

    RispondiElimina
  7. Ciao, scopro solo ora il tuo blog, spero di leggerci molte notizie interessanti in futuro.
    Per rispondere alla tua domanda, penso che le donne non siano ancora alla pari degli uomini ora. Forse lo sono sulla carte, ma nella pratica se un uomo e una donna concorrono per la stessa posizione, l'uomo viene ancora favorito dal suo sesso. Penso sia dovuto al fatto che le donne non incutono timore in chi stà loro davanti, e devono sforzarsi molto di più per essere rispettate come un uomo. Inoltre nella maggior parte dei casi per ottenere rispetto bisogna rinunciare alla femminilità, e questo la dice lunga sulla non parità tra i sessi.
    Nei libri le protagoniste femminili stanno spopolando, ma spesso sono descritte come donne con una scorza dura ma fragili in fondo in fondo. Quando i protagonisti sono uomini raramente si parla di fragilità di fondo, cosa ingiusta dato che per quanto conosco gli uomini, anche loro sotto le apparenze sono fragili, ma nei libri se ne parla raramente, quasi che questo fatto potesse sminuirli. Ovviamente non è così, ma di scrittori tanto arguti da arrivarci ce nè pochi.
    Spero di non averti/vi annoiati troppo!
    Ora incrocio le dita per il libro che mi ispira da matti!
    Ciao!

    mail: federica.dequino@libero.it

    condiviso:
    http://www.facebook.com/federica.dequino/posts/203797786387871
    http://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=368391653182567&id=146881062020078
    Su aNobii sono radiolinablu
    http://www.anobii.com/forum_thread?topicId=3174988#new_thread
    http://www.anobii.com/forum_thread?topicId=3167183#new_thread

    RispondiElimina
  8. Partecipo volentieri al giveaway perchè amo il genere distopico e mi piace tantissimo l'idea di un'eroina che combatte per affermare la sua diversità.
    Penso che nonostante tutti i progressi maturati negli anni, vivviamo ancora oggi in una società fondamentalmente maschilista. La condizione femminile è nettamente migliorata rispetto al passato ma la donna continua a essere in una posizione di svantaggio. Basti vedere la diseguale ripartizione dei compiti tra marito e moglie nel 90% delle famiglie.
    Per quel che ho potuto constatare, la letteratura, in linea di massima riflette la condizione reale. Anche nei libri le donne devono spesso lottare per riuscire ad afermarsi e devono fare i conti con uomini che vorrebbero continuare a prevaricare come hanno sempre fatto. La differenza è che spesso nei romanzi c'è il lieto fine e le protagoniste, nonostante le nemerose difficoltà, riescono a perseguire il loro obiettivo mentre nella realtà è più facile che si scenda a compromessi.
    Seguo come Miriam
    Su FB sono Miriam mastrovito
    La mia mail: miriammas@alice.it
    ho condiviso qui:
    http://www.facebook.com/miriam.mastrovito/posts/400818559935242

    https://twitter.com/#!/mirammas/status/178365439540338688

    RispondiElimina
  9. wow! non vedo l'ora di leggere questo libro, grazie per l'opportunità di vincerlo ^_^
    Penso che si siano fatti molti passi avanti in Italia anche se sotto diversi punti di vista siamo arretrati rispetto al resto d'europa. Io comunque mi ritengo molto fortunata di essere nata qui e non in paesi in cui la donna è considerata come un oggetto. Nei libri, è vero, soprattutto nei romance le protagoniste sono solo in attesa di un eroe che le salvi da una determinata situazione o comunque si sentono vuote senza un compagno. ultimamente sto leggendo nuove serie dove le donne sono più forti degli uomini e indispensabili, la cacciatrice di anime è un esempio. Apprezzo che le scrittrici e gli scrittori stiano dando molta più rilevanza ai personaggi femminili visti come eroine attive. Anche nei libri però la donna deve lottare perchè le si riconoscano i meriti dovuti.

    la mia mail è sopunk@hotmail.it
    ho condiviso su fb: http://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=286146388121546&id=1135422161

    RispondiElimina
  10. Sicuramente le condizioni della donna sono ampiamente migliorate negli ultimi decenni, tuttavia gran parte della società mantiene una certa dose di maschilismo. La donna è vista come una "creatura debole" e ciò si nota anche in alcuni romanzi, in cui la donna dipende sempre da un uomo e deve essere salvata o è rappresentata priva di carattere e totalmente dipendente dall'uomo, senza il quale non può vivere.
    Ho condiviso su https://twitter.com/#!/MarikaPietrobon/status/178569566073528320
    E-mail: mari_93.p@hotmail.it

    RispondiElimina
  11. Io sono una persona moolto sintetica, e probabilmente anche in questo breve commento sarò coerente con me stessa.
    La donna è notoriamente riconosciuta come "sesso debole", e questo si ripercuote sulla sua posizione nella società, che è principalmente maschilista.
    Nei romanzi (non in TUTTI, ovviamente, ma in molti) questa forma di... discriminazione non si riscontra, ma forse è solo perchè io leggo soprattutto romanzi scritti da donne e quindi sono un pò "di parte" xDD
    Detto questo, corro dietro a Divergent da quando ho scoperto la sua esistenza (in lingua originale) e mi piacerebbe tantissimo leggerlo :)

    Ho condiviso:

    http://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=297836903620312&id=100003446514265
    https://twitter.com/#!/leahlove17/status/179201674127220736
    https://plus.google.com/111201818849419113019/posts/awQ9uamnge5
    http://bookhaolicandtea.blogspot.com/

    ladra.di.anime@hotmail.it

    RispondiElimina
  12. Ciao!
    Partecipo perchè inizia a piacermi il genere distopico, la trama di questo romanzo sembra molto interessante ed ho già letto abbastanza recensioni positive che lo rendono interessante.
    Penso che la donna debba fare ancora tanta strada sul piano dell'emancipazione. Tanto è stato fatto, è vero, ma tanto si potrebbe fare ancora.
    Nei romanzi contemporanei che leggo, young adult o adult, spesso le eroine sono ragazze e donne. Spesso sono loro a trarre in salvo uomini ed a salvare le sorti dell'uomo. Almeno nei romanzi non c'è discriminazione.
    Ti seguo su GFC come Stefania
    La mia mail è stefania.pescali8@gmail.com
    Ho condiviso:
    https://www.facebook.com/AnjaSte/posts/130973543696576

    https://plus.google.com/u/0/100926717753926699728/posts/4fteLkz9P6R

    https://twitter.com/#!/anjaste/status/179466275486048256

    Grazie!!

    RispondiElimina
  13. ciao secondo me la donna oggi non è così emancipata come vorrebbe, molte volte dietro una donna che sembra indipendente si nasconde comunque un uomo che in qualche modo decide per lei sia esso padre, fratello, fidanzato o marito.
    Nei romanzi che ho letto ci sono sia ragazze emancipate che ragazze in attesa di un ragazzo che le salvi, che aggiusti tutti i loro problemi. Katniss (protagonista di hunger games) su tutte secondo me è un'esempio di emancipazione, di quanto una donna sappia essere forte, indipendente e combattiva molto più di un uomo.

    ho condiviso
    https://plus.google.com/u/0/

    La mia mail è matotinaeri@ymail.com

    RispondiElimina
  14. Io credo che l'emanicipazione della donna sia più un concetto astratto che un dato di fatto. E' vero che , nel corso degli anni, si è raggiunta la parità dei sessi e , oggi, le donne hanno gli stessi diritti e gli stessi doveri di noi uomini. Ci sono, però, notevoli discrepanze tra "ciò che è" e "ciò che dovrebbe essere".
    Nei romanzi ,questo sì,le protagoniste sono spesso donne forti e di grande carattere e , per me, non è mai palese la prevaricazione dell'uomo. Anzi, come avveniva nelle chansons des gestes , spesso è la donna a essere regina indiscussa del "gioco" di coppia.
    Comunque partecipo volentieri ! Ho sentito tanto parlare di questo romanzo e la mia curiosità è a mille ! Grazie per l'opportunità.
    La mia mail: delvecchiomichele_@libero.it
    Ho condiviso qui: https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=272967842783130&id=124210884266455
    https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=389495031063530&id=309325842439479

    RispondiElimina
  15. Non è facile sintetizzare su questa questione, ma ci proverò...
    A parer mio, la condizione della donna è migliorata e sì, si è emancipata, ma questo purtroppo vale solo per determinate aree geografiche.
    Inoltre anche dove dei cambiamenti ci sono stati, è difficile far cambiare mentalità alle persone, specialmente se sono uomini fieramente maschilisti. Se si considera la situazione attuale, sono in maggioranza le donne quelle che vengono maltrattate, uccise, sfruttate, discriminate in qualche modo! Nonostante la donna progredisca, la società resta dov'è, quindi non sempre è facile conciliarle.
    Posso però affermare che stiamo meglio oggi rispetto a ieri, non tornerei di certo indietro nel tempo dopo tutte le conquiste che sono state fatte!
    Per quanto riguarda i romance, invece, in quelli che leggo le protagoniste sono sempre molto forti, quindi molto indipendenti e capaci di badare a loro stesse. A volte sì, prevaricano anche sull'uomo! ;)

    Comunque, partecipo anch'io al GA:

    https://www.facebook.com/tortorina89/posts/134173403378537

    https://twitter.com/#!/tortorina89/status/181653993141977088

    https://plus.google.com/u/0/106863603940633071531/posts/EtiegTQAdPd

    email: tortorina89@hotmail.it

    RispondiElimina
  16. iocredo che la donna oggi si sia emancipata e questo lo i puo notare anche dalle protagoniste dei libri, è vero che la presenza maschile è persistente, ma è solo un elemnto per arricchire una storia,
    divina5997@live.it


    http://lavitaunlibro-sofi97.blogspot.it/2012/03/welcome-to-bookland-3-giveaway.html


    https://twitter.com/#!/sofi973/status/181682014376820736


    http://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=387620037915701&id=100001101279125

    RispondiElimina
  17. Io penso che la donna oggi non sia completamente emancipata infatti in moltissimi paesi e in alcuni ambiti lavorativi non siamo ancora uguali agli uomini ma penso che nei libri l'emancipazione sia completa.
    giuggi1995@gmail.com

    https://plus.google.com/u/0/

    RispondiElimina
  18. Secondo il mio parere, la donna nel nostro paese si è abbastanza emanipata. Questo dal fatto che la maggioor parte delle donne lavorano ed hanno una loro indipendenza economica, mentre prima dovevano sottostare ai loro mariti.
    Però rimane ancora un divario tra donne e uomini.
    Nei romanzi romance dipende sempre dall'anno di ambientazione, per i contemporani un pò si.
    Ciao, grazie
    gfc micia
    http://infinityspace.tumblr.com/post/19588254387/giveaway-divergent
    https://plus.google.com/u/0/113542453399332226123/posts/HvwwUZpfEd5
    https://twitter.com/#!/micia18/status/181849842459492353
    http://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=328925457164112&id=100000209159301
    sidebar blog http://parlarescrivendo.blogspot.com/
    blogmicia@yahoo.it

    RispondiElimina
  19. Ho fatto pubblicità su twitter:
    https://twitter.com/#!/_ggaia

    Per quanto riguarda l'argomento dell'emancipazione della donna ritengo che si, ci sia stata, ma solo negli stati più ricchi dell'occidente, qui la donna non è schiava dell'uomo ed è, a mio parere, artefice del proprio destino. In oriente purtroppo invece non è ancora così e probabilmente passerà un po' di tempo per l'emancipazione della donna se, ovviamente, avverrà mai.

    RispondiElimina
  20. Partecipo assolutamente!*-*
    Non puoi immaginare quanto desideri questo libro...amo il distopismo!

    la mia mail è: rinaldiroberta90@yahoo.it

    ho pubblicizzato su twitter:
    https://twitter.com/#!/RobertaRinaldi1/status/183935458689024000

    e ho messo il bannerino sul mio blog:
    http://fiumidiparole-robbj.blogspot.it/

    Per rispondere alla tua domanda,invece,credo che sia opportuno contestualizzare!^^
    L'emancipazione della donna non ha,purtroppo,raggiunto lo stesso grado in ogni Paese...
    Ci sono paesi dell'est(ma non solo dell'est per essere precisi) dove la donna è vista ancora con occhio troppo discriminatorio rispetto all'uomo. Le ragioni sono svariate,a volte per la cultura,altre per la religione,altre ancora per mera arretratezza...
    Ci sono invece altri Paesi(soprattutto occidentali) dove la donna,dopo ardue battaglie e riuscita a raggiungere una discreta emancipazione.Questo,tuttavia,non vuol dire che si è giunti a un traguardo definitivo,anzi!L'occhio più critico,può ben notare che oltre l'apparente uguaglianza uomo/donna,si cela ancora quel velo discriminatorio che colpisce le donne soprattutto nel settore lavorativo,dove sono costratte a farsi il mazzo doppio rispetto all'altro sesso!ò-ò

    Nei libri,invece,la situazione è completamente diversa!
    Certo ci sono quelli paerticolarmente verosimili che rispecchiano la realtà così com'è,ma nella maggior parte dei casi(soprattutto nei romance,credo...) ci troviamo di fronte a romanzi dove la donna è protagonista indiscussa e sovrana!:)
    I libri in fondo sono per caso vincolati alla realtà?
    Io non credo proprio!;)

    RispondiElimina
  21. Domanda difficile a cui rispondere perché seppur la donna, rispetto al passato, si sia emancipata parecchio, restano tutt'oggi alcuni ambiti in cui l'uomo o la società vede ancora la donna come essere inferiore e da femminista convinta questa cosa non mi va proprio giù. Anche per questo motivo è bello leggere i libri dove le protagoniste sono donne che non hanno bisogno di nessun uomo per essere felici e perché no dove il mondo viene salvato da donne, so dell'esistenza di libri in cui le donne (anche nei fantasy) vengono trattati alla stregua di delle schiave ma per la mia sanità mentale (non sopporto proprio la supremazia dell'uomo) tendo ad evitarli. Le donne sono la forza del mondo... speriamo solo che prima o poi l'uomo lo capisca :)

    Ho condiviso il giveaway sia su fb che su twitter:
    http://www.facebook.com/momisworld/posts/272657226149377
    https://twitter.com/#!/momi__87/status/185041780281049088
    E la mia email è momipanda87@gmail.com

    RispondiElimina