domenica 5 settembre 2010

Recensione Il Sangue di Faun

Uff... due settimane fà ho ordinato in libreria cinque libri di cui tre della Delos: La Seduzioe del Vampiro di Raven Hart, Patto di Sangue di Tanya Huff, Il Risveglio di L.A. Banks, Re-Birth: Purpureo di Aura Conte e Ánghelos di Alessia Rocchi. Ieri sono andata a vedere se erano arrivati e non solo di questi non c'era neanche l'ombra ma mi hanno detto che Ánghelos è esaurito e finche  la Rizzoli non lo ristampa (se lo ristampa) io rimarrò a bocca asciutta :( . 
Comunque, andando all'argomento del post, ho letto qualche tempo fa' questo libro di Nina Blazon, grazie alla presentazione fatta su "Booksblog", ed è stata una lettura piacevole. Successivamente ho scoperto che della stesssa autrice è uscito in Italia "La Pietra Incantata" edito dalla casa editrice Armenia, nel 2008; da ciò che ho visto in rete sembra che quest'ultimo romanzo non sia stato gradito ai lettori quanto Il Sangue di Faun quindi probabilmente non lo leggerò.
P.S. la recensione l'ho scritta tempo fà, qui mi sono limitata fare copia-incolla.

TRAMA
Quando Jade, la ragazza dagli abbacinanti occhi verde acqua, incontra Faun, bellissimo ed enigmatico viaggiatore del Nord, il mondo attorno al loro è sul punto di andare in pezzi. I ribelli complottano contro Lady Mar, la crudele sovrana che nasconde il proprio volto dietro una maschera di ferro e beve vino mischiato a cenere. Sull'altra sponda del fiume, nella città Morta, sono riapparsi gli Echo, creature inafferrabili, sulle quali si narrano le storie più orrifiche, nelle cui vene scorre acqua invece che sangue. E in porto è arrivata una nave, con un carico misterioso, un centinaio di gabbie impenetrabili...
Un romanzo visionario, ambientato in una città acquatica che lotta per sopravvivere a un passato glorioso e a un destino di decadenza, dove i misteri scuotono le fondamenta degli edifici e scorrono nei corpi dei protagonisti. Una storia di formazione in cui la fascinazione nei confronti di ciò che crediamo estraneo riflette il fondo oscuro del nostro stesso essere.

RECENSIONE
L'altro giorno ho concluso questo libro e, premettendo che il fantasy puro non è propriamente il mio genere, mi è piaciuto abbastanza.
La storia ha come protagonista una ragazza di nome Jade che vive in un hotel insieme al padre. Un giorno vengono ad alloggiare presso di esso degli strani ospiti fatti chiamare dal Nord dalla spietata sovrana Lady Mar e tra questi vi è il bellissimo Faun che ben presto si ritrova a dover scegliere da che parte stare. Nel frattempo la rivolta contro la regina impazza in città con un susseguirsi di assassinii ed esecuzioni.
Come ogni romanzo questo ha i suoi pregi e i suoi difetti. Partendo da questi ultimi non si può non notare quanto il titolo "Il sangue di Faun" centri ben poco con il contenuto del libro infatti se c'è un sangue importante quello non è certo il suo.
Proseguendo, ho osservato una certa trascuratezza nella stampa da parte della casa editrice che non è sicuramente piccola e sconosciuta.
Per quanto riguarda invece i personaggi del romanzo ho trovato che l'antagonista Lady Mar fa solo una comparsa alla fine e poi niente più, non è minimamente descritta se non superficialmente e nella conclusione se ne va come niente fosse, ciò che si percepisce di lei durante tutto il libro è in realtà solo il suo nome. Jade e Faun, al contrario, mi sono piaciuti mentre un altro personaggio un po’ vago nei fatti è l'altro viaggiatore del Nord; egli si fa temere ma nella storia non compie niente di particolarmente incisivo che lasci il segno di sé.
Un'altra critica la faccio alla conclusione troppo affrettata dove vengono fornite al lettore troppe rivelazioni tutte insieme e alcune di esse sono confuse, non spiegate a sufficienza.
Nonostante tutto, questo è un buon romanzo per ragazzi e anche per adulti per via, in alcuni tratti, dello spessore del contenuto che fornisce dei punti di riflessione adattabili anche al nostro mondo reale. Molto efficaci alcune frasi come
“La libertà non è altro che il bel sogno di una vita facile. Credimi, di signori e servi ce ne sono ovunque, anche se altrove si chiamano in un altro modo. E tutto ciò che sei e che hai in questa città è il risultato di lotte e trattative infinite, ogni giorno, ogni ora”.
VOTO:***


Titolo: Il Sangue di Faun
Autore: Nina Blazon
Editore: Salani
Pagine: 368
Prezzo: €18.60  

Nessun commento:

Posta un commento