domenica 30 gennaio 2011

Recensione The Gates

Ci ho messo un pò prima di scrivere questa recensione ma alla fine è arrivata. Il telefilm in questione nel suo complesso è davvero molto carino anche se una seconda stagione, che non arriverà mai, avrebbe completato l'opera. Peccato!.

TRAMA
Nick Monohan si trasferisce con la sua famiglia nell'esclusiva comunità The Gates, protetta da un servizio di polizia di cui lui è stato assunto come capo essendo un poliziotto. Quello che sembra un piccolo paradiso protetto dal mondo esterno si scopre essere tutt'altro quando Nick deve indagare sulla scomparsa di un abitante del quartiere.

RECENSIONE
Una settimana fa ho finito di vedere questa prima e purtroppo ultima serie di The Gates la quale nel complesso è stata piuttosto bella.
Racconta le vicende di un gruppo di abitanti di una strana città il cui nome deriva dal fatto che questa è separata dal resto del mondo da un cancello (in inglese gate). Tutto inizia con l’arrivo del nuovo capo della polizia, Nick Monohan, con la sua famiglia il quale, come buona parte degli abitanti del luogo, ha alle spalle un passato da dimenticare. Per Nick il Gates sembra promettere un futuro roseo ma dovrà ricredersi quando cominceranno a verificarsi strani casi di omicidio e scomparse e gli abitanti della città sembrano essere più propensi a celare piuttosto che a collaborare.
Le prime puntate non sono particolarmente coinvolgenti tuttavia le successive subiscono un notevole miglioramento culminando in un finale mozzafiato, pieno d’azione.
Quest’ultimo è tronco perché si chiude lasciando in sospeso molti interrogativi, alcuni apertesi proprio alla fine, i quali avrebbero dovuto trovare una risposta o un continuo nella stagione successiva che purtroppo non arriverà mai per via dei bassi ascolti che la prima serie ha riscosso in America.
Tra gli eventi destinati a rimanere in sospeso ce ne sono alcuni che, invece, avrebbero dovuto trovare una ripercussione già in questa prima stagione, come la risoluzione del primo caso del capo della polizia il quale è iniziato e poi misteriosamente archiviato e nessuno ne ha più parlato, oppure la forzatura della cassaforte in casa del sindaco della città da parte dell’ex moglie la quale ha sottratto una registrazione effettuata da una delle telecamere di sorveglianza che la riguardava.
In conclusione, nonostante i lati negativi e la consapevolezza che non verrà prodotta una seconda stagione che completi i punti in sospeso, consiglio il telefilm soprattutto agli amanti dei vampiri e dei licantropi ma in generale a tutti perché è ben costruito e, se si ha la pazienza di continuare dopo i primi episodi, coinvolge molto.
VOTO: **** 

Titolo Originale: The Gates
Paese: America
Genere: Drammatico, Horror, Thriller
Stagioni: 1
Canale: Fox

Rubrica: Into The Books (2)

Oggi, dopo aver concluso Lady Moon, arriva la seconda puntata di "Into The Books". Ricordo che si ispira alla più famosa Teaser Tuesdays.
Le regole sono:
  • Prendere il libro che si ha appena finito di leggere
  • Scrivere una breve introduzione
  • Riportare una pagina che si ritiene importante o che ha colpito indipendentemente da eventuali spoiler
  • Riportare la pagina e i dati del libro

INTRODUZIONE
Tutto inizia in un passato remoto dove alcune creature aprirono il proprio spirito al Dio della Foresta e la sua compagna Luna, per ricompensarli, concesse loro di mutare nei feroci predatori quali sono i lupi in modo da poter abbandonare a loro piacimento la debole carne umana. Tutta la stirpe che ne discese sarebbe stata poi soggetta alla Luna. Questa stirpe avrebbe poi cacciato l'uomo "di carne e ossa" finchè non divenne troppo pericoloso e si ritrovò costretta a ritirarsi nelle foreste o campagnie isolate e ogni qualvolta ci fosse stato il rischio di venire scoperti sarebbero dovuti fuggire. Così accadde in Virginia al branco di Vivian l'anno precedente agli eventi raccontati in Lady Moon.

ESTRATTO
Il titolo la stupì, Mutare in lupo. Continuò a leggere.

Corsaro dei boschi
getta via la tua pelle
la tua pallida vulnerabilità
da verme.
Corsaro dei boschi
cambia la tua pelle
con un manto di grigia
e irsuta lussuria.

Un pentacolo arde
nei tuoi occhi
e delicati e pallidi gli spasmi
del lupo
ti stringono il cuore.
Un dolore struggente
si dimena nelle tue cosce
le ossa si triturano
per proclamare l'inizio della mutazione.

Pirata della carne
getta indietro la testa
e spalanca le fauci
per cantare la canzone della luna.
I sentieri della foresta sono bui
e lunga è la notte.

Vivian rabbrividì, deliziata dallo stupore.
Lo sa, pensò. Sa cosa c'è nel mio quadro. La rabbia spinse lentamente via l'emozione e lei serrò gli occhi. Chi era questo Aiden Teague? Come faceva a conoscere i sentieri della foresta?
Ma si sentiva intrigata. Magari doveva andarlo a cercare per scoprire che aspetto aveva questo individuo che scriveva delle ossa che si triturano, per vedere se le piaceva.
E se non era così? Gli avrebbe scatenato contro i Cinque? Rise piano, snudando zanne bianche e taglienti.
p. 27 "Lady Moon" di Annette Curtis Klause (Fanucci)

venerdì 28 gennaio 2011

ANTEPRIMA: Il Profumo del Sangue + GIVEAWAY


Finalmente esce questo primo volume della serie Guild Hunter di Nalini Singh. Dalla trama sembra molto coinvolgente e spero che le aspettative non deludino. Del romazo in questione, inoltre, è stato indetto un giveaway da Liyanin sul blog Ci sono più cose in cielo e in terra. In realtà il giveaway l'avevo notato già da un pò ma non ho avuto tempo per preparare il post, o meglio, ero in arretrato con altri. Il tutto si concluderà il 05/02/2011.
P.S. QUI ho inserito un aggiornamento riguardo il giveaway di Giovani Carine e Bugiarde


TRAMA
Cento anni di schiavitù in cambio della vita eterna: questo è il patto che viene stipulato tra un uomo che vuole diventare vampiro e l’angelo che decide di Crearlo. In apparenza è un accordo molto vantaggioso, ma spesso non viene rispettato e, in caso un vampiro fugga prima del termine, è compito dei Cacciatori rintracciarlo e restituirlo al suo padrone. A New York, nessuno svolge questo lavoro meglio di Ellie, perché lei possiede la capacità innata di «fiutare» la brama di sangue. Ed è proprio grazie al suo straordinario dono che viene scelta da Raphael, l’arcangelo della città, per un incarico delicatissimo: neutralizzare Uram, un arcangelo che si è trasformato in un efferato assassino. Ellie non può rifiutare, anche se si tratta di una missione suicida: nessun umano, infatti, può sconfiggere Uram, e, nella remota eventualità in cui riuscisse a sopravvivere, la punizione per aver fallito sarebbe peggiore della morte. Su una cosa è tuttavia irremovibile: non accetterà mai la proposta di Raphael di diventare la sua nuova amante. Ma ben presto Ellie scoprirà che non si può resistere al fascino di un immortale.

SERIE
-Angels' Pawn (Il Profumo del Sangue)
-Angels' Blood
-Archangel's Kiss
-Archangel's Consort

 Titolo: Il Profumo del Sangue 
Autore: Nalini Singh
Editore: Nord
Pagine: 400
Prezzo: € 18,60

giovedì 27 gennaio 2011

Recensione La Notte dei Vampiri

Allora, questo è il primo volume di una pentalogia, il cui ultimo libro non è ancora uscito in Italia, che non mi è piaciuto per niente. I commenti su questo romanzo sono molto controversi ma una cosa è certa: o lo si odia o lo si ama.
La recensione qui sotto è un pò datata nel senso che il libro l'ho letto, e quindi l'ho recensito, un paio d'anni fa.

TRAMA
Durante una vacanza a Bordeaux, in Francia, Carol, una giovane donna americana con alle spalle un matrimonio fallito, viene prima "abbordata" e poi rapita da un sedicente vampiro. Andrè, che la tiene prigioniera (semi-conseziente) per due settimane nel suo castello, dove dimora con altri esseri della sua stessa specie. In questo lasso di tempo il vampiro fa di Carol la sua schiva, esercitando sadicamente su di lei ogni genere di abuso e perversione sessuale. Scaduto il termine del patto, secondo il quale dopo 14 giorni la ragazza sarebbe tornata libera, Andrè mantiene la parola e Carol può tornare a Philadelphia, a casa sua. Ma la ragazza prosegue il viaggio per il mondo e in Spagna, tre settimane più tardi, si accorge di essere incinta. Profondamente scossa e tormentata dal dubbio di avere già in precedenza contratto il virus dell'Aids dall'ex marito adultero e bisessuale, Carol torna da Andrè, per convicere la setta di vampiri che il bambino è del loro compagno e dunque il prezioso frutto della relazione tra un mortale e un immortale.

RECENSIONE
Qualche giorno fa ho finito di leggere questo libro e ho faticato a concluderlo sebbene abbastanza breve perchè molte scene erano di crudeltà pura da una parte e sottomissione dall'altra.
Qui si parla di vampiri ma non i soliti teenagers in crisi ormonale ma vampiri vecchio stile dove prepotenza e sadismo non mancano. Lui, André, è una creatura notturna pronta ad uccedere che decide una sera di rendere sua prigioniera una povera malcapitata, Carol, incapace di difendersi concretamente. André vive circondato da una specie di famiglia che vuol far credere di essere buona ma in realtà, ben sapendo di ciò che lui faceva a Carol, non ha mai cercato di aiutarla a fuggire creando, al contrario, intorno a lei una finta atmosfera di calore insistendo con la storia che lei era fortunata a stare con André e che lui l'amava. In realtà lei è stata solo un fantoccio nelle sue mani visto che occasionalmente la violentava, la teneva prigioniera a casa sua e poteva uscire solo accompagnata da lui o, in seguito, da qualcun'altro della sua famiglia, è stata costretta a partorire un bambino che inizialmente non voleva, frutto di un atto di violenza, ogni volta che cercava di parlare con lui se non stava attenta a ciò che diceva rischiava di essere sbranata e, infine, la trattava come un oggetto.
Lei alla fine si è innamorata di André ma probabilmente dopo tutto quel che ha subito il cervello era ormai andato.
Il finale è stato bello perchè dopo varie pagine di abusi e sottomissione leggo un paio di pagine leggere. Questo happy ending è anche assurdo perchè improvvisamente André si apre a Carol che gli domanda se è deluso da lei e lui gli risponde che non l'ha mai delusa, ma come se per tutto il libro non ha fatto altro che affermare il contrario?
Il romanzo secondo me è molto maschilista perchè si può ben notare come più o meno chiaramente gli uomini prevalgano sulle donne, e qui non sto parlando solo della coppia protagonista.
Peccato perchè l'autrice ha impostato la storia molto bene e se cambiasse argomenti potrei anche aprezzare suoi futuri lavori ma per ora credo di non proseguire il ciclo "Il Potere del sangue" costituito per ora da quattro volumi ma probabilmente ne verranno pubblicati altri.

VOTO: *

 Titolo: La Notte dei Vampiri
Autore: Nancy Kilpatrick
Editore: Newton Compton
Pagine: 270
Prezzo: € 4,90 

mercoledì 26 gennaio 2011

ANTEPRIMA: Sono il Numero Quattro + GIVEAWAY


Speravo in un giveaway di questo libro e per averlo indetto devo ringraziare il blog Sfogliando di Laura.
Senz'altro sarà un romanzo avvincente e uscirà poco prima dell'arrivo in sala del film (18 Febbraio) che ne è stato tratto. Inoltre, "Sono il Numero Quattro" è il primo di una serie che presenta sei volumi dei quali il secondo verrà pubblicato in America questo Agosto.
P.S. Il giveaway terminerà il giorno prima dell'uscita in Italia del libro, vale a dire il 02/02/2011

TRAMA
Siamo arrivati in nove. In apparenza, siamo uguali a voi: vestiamo come voi, parliamo come voi, viviamo come voi. Ma non siamo affatto come voi. Siamo in grado di fare cose che voi non potete neanche sognare. Abbiamo poteri che voi non riuscite neanche a immaginare. Siamo più forti, più veloci, e più abili di qualsiasi essere vivente del vostro pianeta. Avete presente i supereroi dei fumetti e quelli che ammirate al cinema? Una cosa del genere, però con una grossa differenza: noi siamo reali. Ci siamo rifugiati sulla Terra e ci siamo divisi per prepararci: dovevamo allenarci, scoprire tutti i nostri poteri e imparare a usarli. Poi ci saremmo riuniti, tutti e nove, e saremmo stati pronti. A combatterli.
Ma loro hanno scoperto che siamo qui e adesso ci stanno dando la caccia. Vogliono eliminarci, uno dopo l’altro. Così siamo costretti a scappare, a spostarci in continuazione, ad avere paura della nostra stessa ombra. Attualmente mi faccio chiamare John Smith, e mi nascondo a Paradise, in Ohio. Credevo di essere al sicuro, ma ho commesso un errore gravissimo: mi sono innamorato di una mia compagna di scuola. E non potevo scegliere momento peggiore.
Perché loro hanno preso il Numero Uno in Malesia.
Il Numero Due in Inghilterra.
Il Numero Tre in Kenya.
Io sono il Numero Quattro.
Io sono il prossimo…


SERIE
-I am Number Four (Sono il numero quattro)
-The Power of Six
+ altri

Titolo: Sono il Numero Quattro
Autore: Pittacus Lore
Editore: Nord
Pagine: 300
Prezzo: € 18,60

martedì 25 gennaio 2011

Rubrica: OMOBooks (7)

Ricordo che questa rubrica settimanale tratta dei libri pubblicati in Italia o inediti con contenuti omosessuali e affini.  

Questa è la storia di una pittrice e di una misteriosa drag queen. Il romanzo è di un'autrice esordiente presente nella lista delle mie prossime compere ormai da un pò, tuttavia non ho avuto ancora l'occasione di aquistarlo anche per la sua difficile reperibilità. Spero di leggerlo al più presto perchè la storia sembra intressante.

TRAMA
Un tradimento. Il dolore. La malattia. La passione. La ricerca. La rinascita. Una giovane donna inciampa sul cammino della vita, ma la magia di un incontro avvolto di mistero le permette letteralmente di rialzarsi e riprendere la strada che porta verso la maturità. Giulia, la protagonista di questo romanzo che parla d'amore, di amicizia e di passioni, di crescita interiore e di diversità, è una pittrice agli esordi con un fuoco che le brucia dentro e che ha bisogno di esplodere per diventare arte...ma anche la ricerca creativa improvvisamente si trasforma in ostacolo, tormento, fonte di disagio quando tutto sembra essere finito, irrimediabilmente perso... Eppure, proprio dalla disillusione e dal terreno inaridito di un cuore annientato inizia la rinascita. Un amore che si trasforma in tenerezza, un incontro fatale e predestinato, avvolto da impercettibile magia, diventano determinanti per il cambiamento e la svolta. Nella ricerca e rincorsa del ritratto ideale Giulia troverà qualcosa di più. Chrysalis è un romanzo che con garbo e naturalezza affronta tematiche forti e dolorose. La traumatica scoperta di una natura difficile da accettare e il cammino verso l'affermazione e l'accettazione di se stessi, il difficile percorso che porta al perdono, la scoperta e la resa ad istinti prima sconosciuti sono temi che affollano il romanzo in un incrocio di storie che si svolgono tra antiche chiese, locali notturni, gallerie d'arte e strade senza nome in un mondo di luci ed ombre che si fondono per poi esplodere in mille riverberi e sfaccettature.

Titolo: Chrysalis
Autore: Maria Rosaria Ferrara
Editore: Eiffel Edizioni
Pagine: 218
Prezzo: € 12,00

MARIA ROSARIA FERRARA
Nata a Napoli nel 1980, attualmente residente a San Felice a Cancello (Caserta). Laureata in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Ha avuto diverse esperienze editoriali e in case di produzione in Italia e in Francia, come lettrice, editor e traduttrice. Ha partecipato a diversi concorsi letterari, lavora cme consulente editoriale per alcune case editrici italiane e collabora con alcune riviste online. “Chrysalis” è il suo primo romanzo.

lunedì 24 gennaio 2011

ANTEPRIMA: Giovani, Carine e Bugiarde di Sara Shepard



AGGIORNAMENTO: Oggi, 28 Gennaio, il blog di Glinda, Atelier dei Libri, ha indetto un nuovo doppio giveaway, questa volta su Giovani Carine e Bugiarde di Sara Shepard il quale terminerà il 12/02/2011.
Anchio sarò tra coloro che tenteranno la fortuna.
*******************************************************************

E' da un pò che sapevo dell'uscita in Italia di questa serie tuttavia, leggendo la trama, mi ha colpita solo ora. Questo primo volume uscirà il 27 Gennaio e sarà seguito dalla prima stagione del telefilm, in onda su Mya dal 21 Febbraio,  tratto dai romanzi dell'autrice. Sara Shepard per ora ha scritto otto volumi e la saga così sembrava conclusa finche, poco tempo fa, non ha firmato con la casa editrice un contratto che prevede altri quattro romanzi per un totale di 12.

TRAMA
Philadelphia. Nel quartiere esclusivo di Rosewood, quattro ragazze vivono tranquille tra manicure, pettegolezzi e problemi d’amore. L’intellettuale Aria ha una storia con il suo professore; Hanna, fashionist incallita, è sempre a caccia di vestiti e accessori; la raffinata Spencer vede in segreto il fidanzato di sua sorella, mentre Emily è alle prese con una strana attrazione per una nuova compagna di classe. Ma queste quattro amiche dall’aria così ingenua e fragile in passato hanno davvero esagerato con i loro diabolici “scherzetti”, capeggiate da Alison, la leader del gruppo improvvisamente scomparsa tre anni prima. E quando iniziano a ricevere inquietanti messaggi con una misteriosa firma, una semplice A, cominciano a sospettare che qualcuno che conosce tutti i loro segreti sia tornato. È senz’altro Alison, che non vede l’ora di rovinare la vita alle sue ex compagne…Anche i sorrisi più dolci possono nascondere scottanti segreti, e queste quattro ragazze ne hanno davvero tanti…

SERIE
-Pretty Little Liars (Giovani, Carine e Bugiarde)
-Flawless
-Perfect
-Unbelievable
-Wicked
-Killer
-Heartless
-Wanted
-Twisted
+ altri

 Titolo: Giovani, Carine e Bugiarde
Autore: Sara Shepard
Editore: Newton Compton
Pagine: 320
Prezzo: € 12,90

Rubrica: Into The Books (1)

"Into The Books" è la nuova rubrica, la quale si ispira a Teaser Tuesdays, che da tempo pensavo di creare e che ho già preannuciato in diversi post precedenti. La cadenza sarà variabile, dipende da quando finisco il libro in lettura.
Le regole sono:
  • Prendere il libro che si ha appena finito di leggere
  • Scrivere una breve introduzione
  • Riportare una pagina che si ritiene importante o che ha colpito indipendentemente da eventuali spoiler
  • Riportare la pagina e i dati del libro

Il primo libro di questa rubrica è Naufragio sul Pianeta Darkover.

INTRODUZIONE
In un futuro non precisato la Terra si presta ad andare incontro a un collasso per via della densità demografica. L'unica soluzione per garantire la sopravvivenza di tutti è esplorare e colonizzare altri pianeti che posseggano le caratteristiche necessarie per l'adattamento della specie umana. Tuttavia, durante una spedizione coloniale si verifica una tempesta spaziale e l'astronave deve effettuare un atterraggio d'emergenza virando su un pianeta sconosciuto, non presente sulle carte spaziali. Questo pianeta è Darkover...
  
ESTRATTO
Per il momento in cui arriverà il bambino, probabilmente avrai anche ormoni normali, e sarai una buona madre. Altrimenti... be', almeno avrà i tuoi geni, e lo daremo a qualche donna sterile perché lo allevi al posto tuo. Abbi fiducia in me, Camilla.
- Stai cercando di dirmi che devo avere questo bambino?
- Lo sto facendo, sicuro come l'inferno - rispose Ewen, e improvvisamente la sua voce diventò dura. - E anche altri, purché tu riesca a portare a termine la gravidanza. C'è una possibilità su due che tu abbia un aborto.
Con fermezza e senza esitare, ripetè le statistiche che MacAran aveva sentito da Moray prima, quello stesso giorno. - Se siamo fortunati, Camilla, abbiamo cinquantanove donne fertili ora. Anche se tutte rimangono incinte quest'anno, saremo fortunati se avremo dodici bambini vivi... e il livello vitale perché questa colonia sopravviva indica che dobbiamo elevare il nostro numero fino a circa
quattrocento membri, prima che le donne più anziane comincino a perdere la loro fertilità. Sarà rischioso, e ho la sensazione che qualsiasi donna che rifiuterà di avere i bambini che può tollerare fisicamente diventerà terribilmente impopolare. Un Nemico Pubblico Numero Uno o qualcosa di simile.
La voce di Ewen era dura, ma, con la sensibilità intensificata che conosceva da quando il primo Vento lo aveva spalancato all'emozione degli altri, si rese conto delle immagini spaventose che turbinavano nella mente di Camilla: non una persona, ma solo una cosa, un grembo ambulante, una cosa usata per la procreazione, la mia mente da parte, le mie abilità inutili...
- Non sarà così male - la consolò con profonda partecipazione. - Avrai un sacco di cose da fare. Ma questo è il modo in cui deve essere. Sono sicuro che per te è peggio di quanto non lo sia per alcune altre, ma è lo stesso per tutte. Da questo dipende la nostra sopravvivenza. - Distolse lo sguardo da lei: non riusciva ad affrontare l'esplosione della sua ira.
p. 145 "Naufragio sul Pianeta Darkover" di Marion Zimmer Bradley (Nord)

sabato 22 gennaio 2011

Prossime Uscite: Febbraio

Si prospetta un mese piuttosto caldo in fatto di uscite e il mio portafoglio diventerà sempre più magro...

LEGENDA
X= libri che sicuramente comprerò
O= libri che potrei comprare
OOO= libri che ho già
se non aggiungo niente vuol dire che non sono interessata.


FEBBRAIO
-Il Profumo del Sangue di Nalini Singh (Nord) X
-La Sposa e la Vendetta di Jacqueline Carey (Nord)
-Un Soffio di Gelo di Laurell K. Hamilton (Nord) O
-La Spia dei Maghi di Trudi Canavan (Nord)
-Sono il Numero Quattro di Pittacus Lore (Nord) X
-Mezzanotte di Sangue di Charliane Harris (Newton Compton) O
-I Diari delle Tenebre-La Lunga Notte di Colleen Gleason (Newton Compton)
-Storie di Vampiri di Nancy Kilpatrick (Newton Compton)
-La Principessa delle Tempeste di Nicole Peeler (Newton Compton) X
-Vampiri di New York di Hunt Lee (Newton Compton)
-La Setta dei Vampiri - L'Alba Oscura di Lisa Jane Smith (Newton Compton)
-Stargazer di Claudia Gray (Mondadori)
-Il Bacio dell'Ombra di Richelle Mead (Mondadori)
-Shadowhunters-La Città di Vetro di Cassandra Clare (Mondadori)
-Figlia del Sangue. Leggende del Mondo Emerso, vol.2 di Licia Troisi (Mondadori)
-Winter di Asia Greenhorn (Mondadori)
-Dream di Dorotea De Spirito (Mondadori)
-L'Angelo Tradito di Melissa De la Cruz (Fanucci)
-Rivendicata dall'Ombra di Karen Chance (Fanucci) X
-Whisper di Maggie Stiefvater (Fanucci)
-Come una Principessa di Lorena Spampinato (Fanucci) 
-Altri Regni di Richard Matheson (Fanucci)
-Le Tre Stimmate di Palmer Eldritch di Philip K. Dick (Fanucci)
-Mari Stregati  di Tim Powers (Fanucci)
-La Regina della Notte di Jeaniene Frost (Fanucci)
-Il Trono e la Stirpe di Jacqueline Carey (TEA)
-Intrigo a Highbury di Carrie Bebris (TEA)
-Nel Cuore della Notte di Laurell K. Hamilton (TEA) O
-La Tomba di Ghiaccio di Steve Berry (TEA)
-Il Bacio del Vampiro di Raven Hart (Delos Books) X
-Le Ragazze Morte sono Facili, di Terri Gaery (Delos Books) X
-Nei Suoi Occhi Nora Roberts (LeggerEditore)
-La Ragazza del Libro dei Fuochi di Jane Borodale (LeggerEditore)
-Fino a Sfiorarle il Viso di Kate Brady (LeggerEditore) 
-Intime Promesse di Sherry Thomas (LeggerEditore) 
-Letto di Rose di Nora Roberts (LeggerEditore)
-Sopdet di Lara Manni (Fazi) X
-Radiant Shadows di Melissa Marr (Fazi)
-Angeli nell’Ombra di Becca Fitzpatrick (Piemme)
-Tutta Colpa del Tacco 12 di Amy Silver (Piemme)
-La Contessa Nera di Rebecca Johns (Garzanti)
-Quando il Diavolo ti Accarezza di Luca Terenzi (Salani) X
-Gathering Blue di Lowry Lois (Giunti Y) O
-Red di Kerstin Gier (Corbaccio) X
-Il Fiore Sbocciato di Kathleen Woodiwiss (Sonzogno)
-NEWS Innamorata di un Angelo di Federica Bosco (Newton Compton)
-NEWS Siamo solo Amici di Luca Bianchini (Mondadori) O
-NEWS Black City di Victor Gischler (Newton Compton) O
-NEWS Caccia al vampiro di J.F. Lewis (Newton Compton) X
-NEWS Il custode dei segreti di Judith Cutler (Newton Compton) O
-NEWS I predatori della notte di Alice Henderson (Newton Compton) X
-NEWS La Tata di Melissa Nathan (Baldini Castoldi Dalai Editore) O
-NEWS Il Rifugio di S.A Bodeen (Fanucci) O

venerdì 21 gennaio 2011

Recensione Naufragio sul Pianeta Darkover + Acquisto Dicembre

E' da un pò che dovevo scrivere questa recensione ma tra una cosa e l'altra ho sempre rimandato. Ho tentato, inoltre, di non spoilerare tuttavia è stato impossibile anche se ho cercato di contenermi con il risultato che alcune parti della recensione potrebbero essere difficili da comprendere per che non avesse letto il libro.

Titolo: Naufragio sul Pianeta Darkover
Autore: Marion Zimmer Bradley
Editore: Nord
Pagine: 206
Prezzo: € 7,50 (versione TEA)

TRAMA
Un'astronave terrestre viene espulsa dalla galassia da una tempesta magnetica che la costringe a un atterraggio d'emergenza su un pianeta lontano dalle rotte abituali. Gelido, ostile, illuminato da un fioco sole rosso e spazzato da un terribile «vento spettrale»: questo è Darkover, il quarto pianeta della stella di Cottman. Ed è su questa terra inospitale che un piccolo gruppo di sopravvissuti darà vita, nei secoli, a una grande civiltà senza tecnologia e basata sul misterioso potere delle «pietre matrici».

RECENSIONE
Dopo circa due settimane mi accingo a scrivere la recensione di questo primo libro, almeno cronologicamente, di una lunga serie iniziata nel lontano 1962 e, nonostante l’autrice Marion Zimmer Bradley sia scomparsa nel 1999, non ancora conclusa. Il romanzo è stato piuttosto carino ma l’ho percepito come un’introduzione quindi adesso mi limito ad un voto medio e attendo di leggere i seguiti per “sbilanciarmi” un po’ di più.
Qui viene raccontato l’atterraggio di fortuna di un’astronave terrestre precedentemente vittima di una tempesta spaziale. Metà dei passeggeri sono morti durante l’impatto e i sopravissuti devono fare i conti con i danni subiti dall’astronave e con le condizioni di vita di questo nuovo pianeta dal sole rosso sangue. Per i terrestri la sopravvivenza si prospetta assai difficile e il tutto si complica con il progressivo affacciarsi della dura e cruda realtà dei fatti.
Inizialmente questo romanzo l’ho trovato lento poi proseguendo il ritmo è aumentato tenendomi praticamente incollata nelle ultime pagine.
Una cosa che non ho apprezzato, e qui forse gli appassionati della serie mi linceranno, è il fatto che le donne ad un certo punto vengono considerate alla stregua di “grembi ambulanti”, come sosterrà poi una dei protagonisti. E’ vero che per sopravvivere una popolazione piuttosto ridotta ha bisogno di moltiplicarsi, però sfornare un bambino dietro l’altro mi sembra sfruttamento e soprattutto maschilismo, specialmente se alcune donne non volessero farlo. Detto ciò, chiarisco che io sono di fatto contraria allo sfornare bambini alla stregua di “fabbriche” nonostante essi mi piacciano. Inoltre ho trovato non molto equilibrata la distribuzione dei lavori.
Passando ai personaggi, sono tutti ben caratterizzati con proprie e differenti ideologie e quindi non ho molto da dire al riguardo fatta eccezione per la donna sopracitata che prima espone ferme idee femministe ed emancipate, poi, poche pagine dopo sembra essersi conformata e arresa alle convinzioni opposte mettendosi a sfornare sette figli in quattordici anni, naturalmente non contando quelli che erano morti. E questa è più o meno la sorte di tutte le donne sopravvissute.
Nonostante tutto ho molto apprezzato la trama, molto più fantascientifica che fantasy, la costruzione del paesaggio e, in generale, la costituzione del pianeta.
In conclusione, come ho già detto, “Naufragio sul pianeta Darkover” (nella versione TEA “Naufragio sulla terra di Darkover”) funge da introduzione e quindi è qualitativamente inferiore ai romanzi che cronologicamente gli succederanno, tuttavia rimane comunque indispensabile per capire l’origine dei Darkoviani. Naturalmente io cercherò di procurarmi i seguiti, che stanno andando fuori catalogo, nella speranza di appassionarmi maggiormente alla serie e quindi di poter confermare tutte quelle critiche positive che ho letto. 
VOTO: ***

mercoledì 19 gennaio 2011

ANTEPRIMA: Gli Inferni di Zandru di Marion Zimmer Bradley + La Mappa del Destino di Glenn Cooper

Solitamente pubblico un'anteprima per post ma questo mese (e anche il prossimo) sono tantissime e quindi unisco questi due romanzi che usciranno entrambi il 20 gennaio.
Della Zimmer ho da poco letto "Naufragio sul pianeta Darkover" ed è stato piuttosto bello anche se sospetto, proseguendo con la serie, che i prossimi volumi saranno migliori. Ora, quindi, aspetto di leggere qualcos'altro dell'autrice ma sicuramente prima o poi questo romanzo diventerà mio.
Per quanto riguarda Glenn Cooper, invece, ho letto "La Biblioteca dei Morti" e leggerò il seguito di questo prima di passare eventualmente a "La Mappa del Destino". Anche quest'ultimo si prospetta molto interessante.

TRAMA
Rumail, potente e diabolico laranzu sopravvissuto alla guerra che suo fratello, Damian Deslucido, ha scatenato contro il regno di Hastur, affida al figlio Eduin la missione di eliminare gli ultimi discendenti della casa reale. Eduin è quindi mandato alla Torre di Arilinn, dove l’erede al trono, il principe Carolin, viene addestrato all’uso del laran, l’arma psichica dal terribile potere. Benché il suo compito sia quello di ucciderlo, tra loro nasce un’amicizia. Ma è solo la quiete che precede la tempesta... Alla Torre arriva infatti il giovane Varzil Ridenow, e tra lui e il futuro sovrano si crea immediatamente un legame fortissimo, un profondo affetto basato sui comuni doni telepatici e sugli ideali condivisi, che li unirà per tutta la vita. Nell’animo di Eduin esplode la rabbia: ormai divenuto un espertissimo laranzu, il ragazzo, raffinato strumento di vendetta nelle mani del padre, rovescerà sulle esistenze di Carolin e di Varzil un odio tanto cieco quanto subdolo, e nascosto dai suoi poteri cercherà in ogni modo di portare a termine la sua missione di morte, disseminando la loro vita di dolore e ostacolando il grande sogno dei due amici: mettere fine alla minaccia rappresentata dalle armi laran e ricostruire moralmente la Torre di Neskaya...

SERIE
-The fall of Neskaya (La caduta di Neskaya)
-Zandru's forge (Gli Inferni di Zandru)
-Flame in Hali

Titolo: Gli Inferni di Zandru
Autore: Marion Zimmer Bradley
Editore: Longanesi
Pagine: 540
Prezzo: € 22,00

TRAMA
Périgord, Francia, 1899. Durante una passeggiata, due giovani turisti s’imbattono in un’enorme caverna e fanno una scoperta straordinaria. Entusiasti ed emozionati, si recano subito alla locanda del piccolo villaggio di Ruac per informare il proprietario e i clienti. Neanche il tempo di finire il racconto, e i due ragazzi vengono aggrediti e uccisi. Périgord, oggi. Una scintilla, e le fiamme avvolgono l’antica biblioteca dell’abbazia di Ruac. Una volta domato l’incendio, però, il crollo di un muro riporta alla luce un manoscritto datato 1307. È la mappa per trovare un luogo straordinario e la confessione di un monaco. Sebbene il testo sia in gran parte cifrato, una cosa è certa: l’autore sostiene di avere duecentoventi anni… Uno sguardo, e il brillante archeologo Luc Simard comprende all’istante di aver fatto una scoperta sensazionale: un grandioso complesso di caverne interamente decorate con splendidi dipinti rupestri. E ancor più sorprendente è l’ultima grotta, la più inaccessibile, dove sono raffigurate alcune piante: le stesse riprodotte nel misterioso manoscritto medievale che lo ha guidato fino a lì… È un miracolo, ma per qualcuno è una maledizione che minaccia il destino dell’umanità. È un dono che risale a 30.000 anni fa, ma per qualcuno è un segreto da difendere a ogni costo. È una speranza, ma per qualcuno sta per diventare un incubo.

SERIE
The Tenth Chamber (La Mappa del Destino) Libro Unico

Titolo: La Mappa del Destino 
Autore: Glenn Cooper
Editore: Nord
Pagine: 468
Prezzo: € 19,60

martedì 18 gennaio 2011

Rubrica: OMOBooks (6)

Ricordo che questa rubrica settimanale tratta dei libri pubblicati in Italia o inediti con contenuti omosessuali e affini. 

Come sempre in ritardo, oggi voglio presentare una trilogia che ho molto amato. L'ho letta diversi anni fa ed è stata quella che mi ha fatto appassionare a questo genere. Inoltre da qui è nata la mia passione per la lettura.
La trilogia è chiaramente young adult tuttavia può essere letta da tutti. In linea generale parla di tre ragazzi alle prese con la scuola, la propria omossualità e i problemi quotidiani di ogni adolescente.

TRAMA
Rainbow Boys ha per protagonisti tre studenti diciassettenni del liceo Whitman in una imprecisata provincia americana. Jason, l’eroe sportivo della scuola, fidanzato con Debra e in conflitto con il padre alcolizzato; Kyle, un ragazzo omosessuale non ancora dichiarato e Nelson, giovane appariscente, fiero campione dei diritti degli omosessuali. Tutti e tre alle prese con problemi familiari, l’omofobia, le prime esperienze sessuali, e i difficili rapporti reciproci. Un ritratto appassionato, ma anche ironico delle scuole superiori americane, capace di restituirne i colori e i suoni, ormai parte dell’immaginario collettivo occidentale.

Titolo: Rainbow Boys
Autore: Alex Sanchez
Editore: Playground
Pagine: 196
Prezzo: € 10,00

TRAMA
Jason Carillo, Kyle Meeks e Nelson Glassman, affrontano gli ultimi rocamboleschi mesi di scuola e soprattutto l’urgente necessità di pianificare il proprio futuro.
Jason, l’idolo sportivo del liceo Whitman, dopo aver ammesso con se stesso la propria omosessualità riflette sulla possibilità di dichiararsi anche con i compagni della squadra di basket, teme però di perdere la borsa di studio per il Tech College dove anche Kyle, il suo fidanzato, è stato accettato. Kyle nel frattempo ha presentato domanda anche alla prestigiosa Università di Princeton dove Jason non potrebbe essere mai accettato per la media scolastica troppo bassa. Nelson infine è innamorato ed è ricambiato, ma il ragazzo dei suoi sogni è sieropositivo.

Titolo: Rainbow High
Autore: Alex Sanchez
Editore: Playground
Pagine: 208
Prezzo: € 10,00

TRAMA
La trama di "Rainbow Road": Dopo aver fatto il suo coming out in televisione, Jason viene invitato da un liceo sperimentale di Los Angeles per gay, lesbiche e transgender a tenere il discorso di inaugurazione dell'anno scolastico. Con il fidanzato Kyle, in partenza per il college a Princeton, e l'effervescente Nelson decidono di affrontare un lungo viaggio in tenda che li porterà ad attraversare gli Stati Uniti su una scassata Ford Taurus. Un viaggio nel quale i tre ragazzi scopriranno paesaggi di amore, sessualità, omofobia e sopratutto amicizia.




Titolo: Rainbow Road
Autore: Alex Sanchez
Editore: Playground
Pagine: 192
Prezzo: € 11,00

ALEX SANCHEZ 
Autore della fortunata trilogia liceale (Rainbow Boys, Rainbow High, Rainbow Road) grazie alla quale ha vinto un’edizione dei prestigiosi Lambda Literary Awards. Nel 2004 ha pubblicato So Hard to Say e nel 2006 Getting It, in Italia pubblicato da Playground con il titolo Carlos e Sal.

domenica 16 gennaio 2011

ANTEPRIMA: Il Divoratore di Lorenza Ghinelli

Tra pochi giorni uscirà questo nuovo romanzo made in Italy e dalla trama sembra molto interessante, naturalmente rientrerà tra i miei prossimi acquisti.

TRAMA
Denny ha solo sette anni, una madre tossica, un padre folle e alcolizzato, dei compagni di scuola che lo maltrattano e lo considerano pazzo. Quando è solo, per vincere il terrore inventa filastrocche inquietanti. Ha un unico amico, che si fa chiamare Uomo dei Sogni: è un vecchio crudele, trasandato, con un bastone in mano. Se qualcuno fa del male a Denny, l’Uomo dei Sogni non perdona. Arriva e vendica. Pietro di anni ne ha quattordici. È un autistico geniale col dono del disegno. Unico testimone oculare delle aberranti sparizioni di alcuni ragazzini, Pietro fa la sola cosa che gli riesce in modo esemplare: disegna ciò che ha visto. E ciò che ha visto è agghiacciante. Nessuno gli crede, nessuno tranne la sua educatrice professionale, Alice: quei disegni le tolgono il sonno e la precipitano nell’incubo, le ricordano qualcosa che molti anni prima aveva cercato di rimuovere… Ma ora il passato ritorna e travolge. E deve essere fermato.

SERIE
Il Divoratore (libro unico)

Titolo: Il Divoratore
Autore: Lorenza Ghinelli
Editore: Newton Compton
Pagine: 240
Prezzo: € 9,90

giovedì 13 gennaio 2011

ANTEPRIMA: Il Segreto del Grace College + GIVEAWAY


Finalmente il mio computer è stato sistemato e ora posso dedicarmi a tutto ciò che è rimasto in  "arretrato" Detto questo, oggi voglio parlare dell'anteprima de Il "Segreto del Grace College" di Krystyna Kuhnche, il quale uscirà da qui a poco. Inoltre il blog di GLINDA, Atelier dei Libri, ha indetto un GIVEAWAY in anteprima per questo libro al quale io sicuramente parteciperò e invito ad aprofittare dell'occasione visto che, per grazia della Casa Editrice Nord, saranno premiati I PRIMI TRE ESTRATTI. Il tutto si concluderà il 26/01/2011
Non mi resta che augurare un buon GIVEAWAY a tutti!

TRAMA 
Per i fratelli Julia e Robert Frost, il Grace College è ben più di una prestigiosa università che accoglie soltanto studenti dotati di un’intelligenza fuori del comune. Quel college tra le Montagne Rocciose canadesi rappresenta infatti per entrambi un’autentica via di fuga da un terribile passato che forse, in quel luogo sperduto, finalmente smetterà di tormentarli. Integrarsi nella nuova realtà, però, non è facile: ecco perché, quando vengono invitati a una misteriosa festa in riva al Lake Mirror, i due accettano subito. Ma, proprio mentre ogni cosa sembra andare per il meglio, Robert si tuffa nel lago e, una volta riportato a riva, racconta di averlo fatto per salvare una «ragazza dai capelli blu» che si era buttata da uno scoglio e non era più riemersa. In realtà, si tratta di uno scherzo, una prova d’iniziazione per le matricole… se non fosse che una ragazza è davvero scomparsa: si tratta di Angela, la caporedattrice del giornale universitario, il cui cadavere viene appunto ritrovato in fondo al lago. Chi l’ha uccisa? Perché? E cosa contiene la chiavetta USB che la ragazza portava al collo al momento della morte? Julia e Robert decidono di indagare, ma le loro ricerche li porteranno sulle tracce di un segreto agghiacciante, un segreto che li riguarda più da vicino di quanto possano immaginare… 

SERIE
-Das Spiel (Il Segreto del Grace College)
-Die Kathastrophe
-Der Sturm
-Die Prophezeiung

Titolo: Il Segreto del Grace College
Autore: Krystyna Kuhn
Editore: Nord
Pagine: 320
Prezzo: € 16,50

mercoledì 12 gennaio 2011

Rubrica: OMOBooks (5)

Ricordo che questa rubrica settimanale tratta dei libri pubblicati in Italia o inediti con contenuti omosessuali e affini.

Dopo aver saltato un settimana, eccomi qui con questa rubrica, in ritardo a causa di forze maggiori (la scuola), a parlare di un breve romanzo che dalla trama sembra molto interessante, e per questo è presente nella mia lista delle prossime compere.
Il libro, tra i temi, ha anche l'amore tra donne raccontato in modo originale e fiabesco.


TRAMA
Quale bambina non ha almeno una volta nella vita sognato di essere una principessa? Abitare un regno incantato, incontrare il principe azzurro... Il "lieto fine" tramandato dalle fiabe classiche si potrebbe riassumere nel bacio che risveglia a nuova vita, che spezza l'incantesimo trasformando la realtà: E vissero per sempre felici e contenti. Ma Emma Donoghue, autrice irlandese, preferisce rompere con la tradizione, preferisce un mondo in cui le principesse si ribellano al loro destino culturalmente prestabilito e, con una più intima consapevolezza dei propri desideri, trovano una strada indipendente e autonoma: sulla scia di Anne Sexton e Angela Carter, riscrive le fiabe classiche stravolgendone i presupposti prima ancora del finale. Tredici voci di donne, giovani e vecchie, in scenari da fiaba: alla ricerca di un riparo, di potere o di ciò che in fondo al cuore desiderano. Lavorano, fanno la fame, si sposano per amore o per denaro, perdono bambini o li rubano, pianificano fughe o vendette. Ma soprattutto raccontano le loro vite, i loro finali alternativi, in un gioco di scatole cinesi nel quale la narratrice di una storia diventa la destinataria della successiva. Le unisce una magica ragnatela di alleanze, a volte infide a volte erotiche, ma sempre imprevedibili.

EMMA DONOGHUE
Emma Donoghue è nata a Dublino nel 1969. Ha pubblicato diversi romanzi storici e opere teatrali. Attualmente vive in Canada, con il marito e due figli. Nel 2007 è stato tradotto in italiano, per Meridiano Zero, Il bacio della strega.
Della stessa autrice è da poco uscito in Italia "Stanza, Letto, Armadio, Specchio" per la Mondadori.

Titolo: Il Bacio della Strega
Autore: Emma Donoghue
Editore: Meridiano Zero
Pagine: 157
Prezzo: € 12,00

domenica 9 gennaio 2011

Natale al Cinama: Chocolat

Ricordo che questa rubrica natalizia parla dei film tratti da dei romanzi.

Con oggi si conclude questa mini rubrica natalizia. La trasposizione in questione è Chocolat, tratta dal romanzo di  Joanne Harris. Premetto che non ho letto il libro e mi sono limitata al film. Quest'ultimo mi è piaciuto molto all'epoca, quando l'ho visto, in particolar modo ho apprezzato Johnny Depp, tuttavia la storia in sé è ben costruita... e appetitosa, adatta a riscaldare una ghiacciata giornata d'inverno.
P.S. Nella modalità con cui sto usando il pc non posso caricare video quindi aggiungerò il trailer del film appena potrò. 

TRAMA
Anni '50: in una piccola città francese il tempo sembra essersi fermato. Ma l'arrivo della misteriosa "artista del cioccolato" Vianne Rocher (Juliette Binoche) accompagnata dalla figlioletta mette a soqquadro le abitudini degli annoiati e bigotti abitanti. Sarà l'inaugurazione della sua pasticceria e una colorata barca di zingari a stravolgere anni di immobile tradizionalismo... Candidato a 5 Premi Oscar, "Chocolat" racconta con tocco leggero e ironico il risveglio del piacere, la riscoperta della libertà..





Titolo Originale: Chocolat
Paese: Francia
Genere: Commedia, Drammatico, Sentimentale
Durata: 121 minuti
Canale: Cinema

Titolo: Chocolat
Autore: Joanne Harris 
Editore: Garzanti
Pagine : 338
Prezzo: € 9,90

sabato 8 gennaio 2011

Recensione Wake. Cronache dell'Incubo

Nell'attesa che il mio computer venga riparato e quindi ritorni a svolgere tutte le sue funzioni, ora posto una recensione, scritta tempo fa, su Wake. Cronache dell'Incubo di Lisa McMann aspettando l'uscita del seguito.
Prima di ciò, però, ho delle novità. Dalla settimana prossima comincerò a progettare una nuova rubrica e concluderò (di preciso non so quando) "Natale al Cinema" con un'ultima trasposizione cinamatografica. Infine, sto creando una specie di indice riguardante i libri dove catalogherò quelli di cui questo blog si è occupato, ma di ciò ne parlerò anche in seguito.
Ed ora eccomi all'argomento di oggi...

TRAMA
Janie ha solo sedici anni ma nessuno sa che ha uno strano, inspiegabile potere: quello di entrare nei sogni degli altri. Cadere nel vuoto, fare sesso estremo, camminare nudi sotto lo sguardo indifferente di tutti: Janie ha assistito a questo e molto altro. Conosce i desideri più intimi dei vicini e dei compagni di scuola, le loro fantasie più sfrenate. Ma non può parlarne con nessuno, la prenderebbero per pazza. Fino a quando, una notte, urla e si risveglia in preda al terrore. Qualcuno ha un inquietante segreto da nascondere. E sta sognando proprio lei... Mentre il buio avvolge la realtà, Janie dovrà affrontare i suoi incubi.
Quando i sogni invadono la realtà, il risveglio può essere un INCUBO...

RECENSIONE
Ieri ho concluso questo libro e per me è costituito da alti e bassi quindi dargli un voto è difficile.
Tra gli aspetti negativi molto evidenti collocherei il fatto che la narrazione è troppo fredda e distaccata. Secondo me l’autrice doveva utilizzare maggiormente i pronomi invece che ripetere in continuazione i nomi dei personaggi e le frasi sarebbero risultate meno infantile e meno “lista della spesa” se fossero state più lunghe e articolate.
Prima di comprarlo io ho letto la quarta di copertina aspettandomi quindi un determinato scenario tra l’horror e il mystery che non c’è stato. La trama è ingannevole e potrei definire il libro come una “tranquilla” lettura adolescenziale anche se sono presenti descrizioni di incubi, comunque non molto “terrificanti”.
Sempre sulla trama, ho notato che non viene raccontata una vera e propria storia ma una serie di episodi, a mo’ di diario, che descrivono le esperienze della protagonista con i sogni degli altri. Questo è un peccato perché di materiale su cui lavorare la scrittrice ne aveva e si è limitata ad un breve romanzo adolescenziale.
Passando ai personaggi del libro, ho apprezzato molto la protagonista, Janie (per una volta mi sta simpatica), e tutto sommato anche gli altri, fatta eccezione per Carrie, la migliore amica di Janie, che alla fine si è mostrata una drogata, piagnucolosa e viziata. Tuttavia, questo mio giudizio è superficiale perché i personaggi sono descritti quasi tutti approssimativamente e senza spessore psicologico.
Un’ultima critica la faccio alla casa editrice Newton Compton: i libri si rilegano con il filo e non con la colla! Il mio si è in parte scollato.
Ora passo agli aspetti positivi e tra questi vi è sicuramente il tema trattato. Questo romanzo, infatti, è un urban fantasy ma non uno dei soliti popolato da streghe, vampiri, fate o altre creature sovrannaturali bensì ha come protagonista una normale ragazza con un dono, quello di poter entrare nei sogni degli altri e la scrittrice, con questo libro, da l’opportunità di riflettere sul mondo onirico, non molto conosciuto e per ciò affascinante.
Nel complesso, nonostante le sue pecche, il romanzo coinvolge e a me ha spinto a proseguire con la lettura del seguito che uscirà in Italia prossimamente sperando che scrittrice migliori.
Il libro racconta a episodi i sogni, a volte incubi, in cui Jenie entra, senza poterci fare niente, finché un giorno un ragazzo riesce ad entrare nel sogno che lui sta facendo e che sta assistendo anche lei. Jenie da quel momento comincia a frequentare quel ragazzo, che è anche un suo compagno di scuola, quando poi lui sembra cambiare uscendo con un’altra ragazza e drogandosi. Nel frattempo Jenie comincia a fare ricerche sui sogni per cercare di controllarli….
Io definirei questo romanzo quasi autoconclusivo, nel senso che vi sono due seguiti e qualche domanda rimane un po’ in sospeso tuttavia il libro ha un suo finale. Sicuramente proseguirò la trilogia anche perché questo primo romanzo potrebbe essere solo un’introduzione e la trama sbocciare nei seguiti visto che le premesse ci sono.

VOTO: ***

 Titolo: Wake. Cronache dell'Incubo
Autore: Lisa McMann
Editore: Newton Compton
Pagine: 240
 Prezzo: € 12,90

giovedì 6 gennaio 2011

Recensione Medium 1

Ho ancora il computer in modalità molto provvisoria e spero che venga sistemato presto. Nel frattempo sono riuscita a scrivere una breve recensione sulla prima stagione del telefilm Medium. In generale mi è piaciuto molto peccato quindi che dopo sette stagioni (non tutte approdate in Italia) la serie si sia conclusa. Questo purtroppo non tanto per volontà del regista ma per via dei tagli fatti dalla casa di produzione.
Medium, tra l'altro, è un telefilm tratto da una storia vera (almeno così pare) e la vera Allison Dubois ha lavorato come consulente della serie e scritto sulle sue vicende tre libri, inediti in Italia, di cui, computer permettendo, parlerò in seguito.

TRAMA
Medium racconta le vicende di Allison Dubois, una donna di Phoenix che ha la capacità di vivere esperienze soprannaturali. Queste esperienze, che si manifestano per lo più con sogni premonitori ed apparizioni, le consentono di capire come sono accaduti crimini ed efferati delitti avvenuti nella sua città, e di scoprire l’identità dei colpevoli; questo la porta a collaborare a stretto contatto con il Procuratore Distrettuale Manuel Devalos e con il Detective Lee Scanlon per indagare su casi di omicidio, scomparsa, rapimento…
 
RECENSIONE
Qualche giorno fa ho finito di guardare la prima stagione di Medium e mi ha piacevolmente sorpresa. L'idea di vedere una serie di episodi fine a sé stessi non mi entusiasmava tuttavia l'ho cominciata anche sulla spinta di numerose recensioni favorevoli, soprattutto colpita da un post presente tempo fa nel blog "L'arte dello scrivere... forse". La serie ruota attorno alle visioni di Allison Dubois. Allison è una medium e può vedere i morti, sono loro infatti che la guidano nella risoluzione di ogni caso di cui si occupa lavorando come consulente del  procuratore. Lei, inoltre, è sposata e ha tre figlie due delle quali manifestano capacità simili alle sue. Molto spesso per una medium risulta difficile separare il lavoro dalla famiglia soprattutto quando le visioni riguardano la propria vita privata.
Le vicende che nel corso della prima stagione si susseguono, sebbene separate le une dalle altre, riescono a coinvolgere in modo tale da non riuscire a distogliere gli occhi dallo schermo aspettando il passo successivo. E naturalmente una puntata attira l'altra.
Le situazioni sono ben costruite con una bella dose di suspense. Inoltre vi sono alcune scene piuttosto forti e altre racapriccianti, certamente non per fragili di cuore. Ovviamente l'effetto è accentuato se il tutto lo si guarda di notte con le luci spente.
Il finale lascia in sospeso il caso in corso con molti interrogativi che sicuramente saranno chiariti nella prima puntata della seconda stagione.
Di negativo posso citare il pilot, a mio avviso piuttosto tiepido, che funge un po' da introduzione ma non permette allo spettatore di appassionarsi subito alla serie.
Per il resto mi aspetto nuovi e sempre più emozionanti intrighi nella seconda stagione, consigliando naturalmente la visione della prima.
VOTO: ****

Titolo Originale: Medium
Paese: America
Genere:
Drammatico, Poliziesco
Stagioni: 7
Canale:
Rai Tre

ANTEPRIMA: Il Diario del Vampiro-La Genesi di Lisa J. Smith

In questi giorni il mio computer è andato (probabilmente il problema sta nell'hard disk) e quindi non ho potuto usarlo. Ora sto utilizzando un sistema molto provvisorio e ho perso tutti i dati che avevo nel mio vecchio account quindi mi devo ricostruire tutto e probabilmente questa settimana salterà la rubrica OMOBooks e qualche altro post che avevo programmato.
Ora, invece, voglio parlare di un'anteprima (a dire il vero non più molto anteprima visto che tutti ne parlano) e cioè "Il Diario del Vampiro-La Genesi". Questo volume è il primo di una trilogia, l'ennesima, che racconta a mo' di diario (visto che la narrazione comincia con il ritrovamento da parte di Elena del diario di Stefan)la storia dei fratelli Salvatore dalle origini fino all'incontro con la "sosia di Katherine". Il tutto narrato partendo dai flashback presenti nella serie tv. L'autrice di questa trilogia, al contrario di quello che si legge sulla cover, non è Lisa J. Smith e pare nemmeno la sceneggiatrice o il produttore della serie quindi chi l'abbia realizzata rimane ignoto.
La Smith nel frattempo sembra che stia scrivendo un'altra trilogia basata su Il Diario del Vampiro... al college.

TRAMA
Un quaderno dalle pagine ingiallite giace in un cassetto. Elena lo trova e comincia a leggerlo. È il diario di Stefan, il suo amore… Tutto ebbe inizio alla fine del diciannovesimo secolo a Mystic Falls, Virginia. La vita dei fratelli Stefan e Damon Salvatore scorreva tranquilla tra splendide proprietà terriere e incredibili ricchezze. Un grande affetto li univa e i due fratelli erano inseparabili. Fino al giorno in cui nella loro vita comparve Katherine, una donna incredibilmente bella e dal fascino magnetico. Da quel momento tutto cambiò tra loro. Stefan e Damon iniziarono a lottare per conquistarla e inevitabilmente divennero rivali. Ma presto scoprirono l’atroce verità: gli splendidi vestiti e i luccicanti diamanti di questa misteriosa donna nascondevano un terribile segreto…

SERIE
- Origins (La Genesi)
- Bloodlust
- The Craving

Titolo: Il diario del Vampiro-La Genesi
Autore: Lisa Jane Smith
Editore: Newton Compton
Pagine: 336
Prezzo: 12.90

lunedì 3 gennaio 2011

Natale al Cinama: Orlando

Ricordo che questa rubrica natalizia parla dei film tratti da dei romanzi.

Come ho gia accennato recensendo il romanzo "Orlando", oggi ho postato la trasposizione cinematografica tratta da esso. Le opinioni sul film sono discordanti tuttavia a me è piaciuto abbastanza, sicuramente più del libro che ho trovato pesante. L'attrice protagonista è stata molto brava a interpretare il ruolo, sia nella versione maschile che femminile, e la storia è "scivolata via" molto piacevolmente. Nonostante ciò i difetti non mancano, in particolare ho trovato agghiacciante la voce (intendo l'interprete italiano) della regina Elisabetta ed è stato poco presente la passione di Orlando per la poesia che nel libro è nominata dall'inizio alla fine, in particolare con il poema "La Quercia".
 
TRAMA
Orlando è la storia di un viaggio nel tempo in cui si narra di un individuo vissuto per quattrocento anni. Durante il regno di Elisabetta I, Orlando, giovane e ricco nobiluomo, vive nelle grazie della sovrana. Alla morte della regina si innamora follemente di una principessa russa. Quando lei lo abbandona, Orlando si improvvisa poeta ma l'esito sarà disastroso al punto da convincerlo a seguire il suo destino sino ai deserti del l'Asia Centrale. Qui, in piena guerra, cambia sesso e si ritrova, nel Settecento,
a essere donna nel mondo austero dei salotti di Londra. Nel clima di fermento e di repressione dell'Inghilterra vittoriana, dovrà fare una scelta: sposarsi o perdere l'eredità. Incontrerà l'uomo dei suoi sogni ma perderà sia l'amore che il patrimonio.
VOTO: ***

 Titolo Originale: Orlando
Paese: Gran Bretagna, Russia, Francia, Olanda, Italia
Genere: Drammatico, Fantastico
Durata:
93
minuti
Canale: Cinema


Titolo: Orlando
Autore: Virginia Woolf
Editore: Mondadori
Pagine: 322
Prezzo: € 9,00

Premio Sunshine Award

Oggi volevo ringraziare Morna, Glinda e Dilhani dei rispettivi blog Forgotten Pages, Atelier dei libriDilhani Heemba per avermi premiata con il Sunshine Award e ora mi appresto a fare il mio "dovere" di blogger vincitrice :)
GRAZIE.


Questo è ciò che si deve fare quando si riceve il premio:
1) Ringraziare coloro che ci hanno premiato.
2) Scrivere un post per il premio
3) Passarlo a 12 blog che riteniamo meritevoli
4) Inserire il link di ciascuno dei blog che abbiamo scelto
5) Dirlo ai premiati

I blog che scelgo sono:

  1. Il Piacere di Leggere 
  2. L'arte dello scrivere... forse
  3. Dilhani Heemba
  4. The Book-Lover
  5. L'antro di Aredhel
  6. Sfogliando
  7. Atelier dei libri
  8. L'Ora del Libro
  9. Ci sono più cose in cielo e in terra
  10. Imagination
  11. Diario Di Pensieri Persi
  12. Living For Books 
... e ci sarebbero stati altri blog oltre a questi ma la regola è solo 12. :(

domenica 2 gennaio 2011

Recensione Orlando

E' da molto tempo che non posto una recensione e, considerando il fatto che questo blog l'ho creato anche per quello, è il caso che rimedi a ciò. La recensione di oggi riguarda un romanzo classico di Virginia Woolf il quale non mi è piaciuto più di tanto ma l'ho scelto perchè ne è stato tratto un film nel 1992 di cui probabilmente parlerò nella mia rubrica "Natale al Cinema".
P.S. Come quasi tutte le mie recensioni, questa è stata scritta in un secondo momento e ora ho semplicemente fatto un copia-incolla.

TRAMA
Nella produzione letteraria di Virginia Woolf questo romanzo imprevedibile e smagliante è un episodio davvero singolare, una straordinaria vacanza che la scrittrice si è concessa e ha regalato ai suoi lettori. Al centro del racconto - scintillante concatenazione di eventi su uno sfondo storico che ha i colori di volta in volta teneri e cupi, vellutati e metallici di un prezioso arazzo rinascimentale - Orlando, che trascorre lieve attraverso i secoli trasformandosi da giovanotto seducente in aggraziatissima dama e riassume in sé, sul fondo di una immaginazione ariostesca, profili e destini di una nobile casata.

RECENSIONE
Ieri ho concluso questo libro e non mi è molto piaciuto. Premetto che già i classici in sé non sono il mio genere preferito ma qui, nonostante tutto, pensavo che ci fosse qualcosa di più, di diverso, invece così non è stato.
Il/la protagonista è Orlando un uomo poi diventato improvvisamente donna quasi per magia. Egli trascorre la sua giovinezza nell’età elisabettiana tra fasto e ricchezze e durante la sua vita percorre tutte le varie età dell’Inghilterra dal XVI al XX secolo fino a raggiungere il 1928. Durante tutto questo tempo diventa, cortigiano, poeta, ambasciatore, gran dama, protettrice dei poeti e altro ancora.
Tra i numerosi difetti che ho riscontato c’è la prolissità della scrittrice. In alcuni tratti la narrazione si interrompe e sopraggiungono diverse pagine di discorsi che non centrano e che servono solo per allungare il brodo. La lettura è pesante e spesso mi sono addormentata sulle pagine.
Inoltre, gli eventi raccontati a volte non hanno una logica, vengono dati per scontato e non spiegati, un minuto prima si ha davanti una scena, quello dopo lo scenario cambia completamente come se niente fosse, si può quasi dire che accade tutto e allo stesso tempo niente.
Il trascorrere del tempo non si percepisce a meno che non sia l’autrice a esplicitarlo. La narrazione si estende per vari secoli in cui il/la protagonista matura e riflette sui mutamenti di tutto ciò che le sta attorno cercando di adattarsi per non farsi travolgere dagli eventi.
Leggendo, il personaggio che mi è piaciuto di più è il protagonista-uomo mentre quello che mi ha alquanto irritata è la protagonista-donna. I due in realtà sono la stessa persona che tuttavia, a mio parere, mostra lati diversi in base al sesso che “impersona”. In particolare non mi è piaciuta la versione femminile perché l’ho trovata troppo frivola, superficiale e talvolta sottomessa all'uomo soprattutto nei suoi discorsi, come del resto lo sono generalmente tutte le donne nel romanzo
La mia ultima critica la faccio, appunto, su come vengono descritte le donne anche se la cosa è giustificabile in quanto il libro è stato scritto nel 1928. 

VOTO: ** 

Titolo: Orlando
Autore: Virginia Woolf
Editore: Mondadori
Pagine: 322
Prezzo: € 9,00