domenica 31 ottobre 2010

Speciale Halloween

Oggi, visto che è Halloween, posto in anteprima l'incipt di "Legami di Sangue", secondo volume di Patricia Briggs, e "Claimed by Shadow" (il titolo in italiano ancora non si sa) secondo volume di Karen Chance.
BUON HALLOWEEN!

TRAMA (tradotta e liberamente adattata)
Mercy Thompson ha amici nei bassi fondi e in luoghi oscuri. E ora lei deve ad uno di loro un favore. Dal momento che lei può mutare a piacimento, accetta di fungere da supporto quando il suo amico vampiro, Stefan, va a consegnare un messaggio ad un altro della sua specie.Ma questo nuovo vampiro non è facile e non lo è nemmeno il demone dentro di lui.

Come accade a quasi tutti quelli che lavorano in proprio, la mia giornata lavorativa comincia molto presto la mattina. Così, quando qualcuno mi chiama nel bel mezzo della notte, desidero solo vederli morti.
«Ciao, Mercy» disse Stefan in tono affabile. «Mi stavo chiedendo se puoi farmi un favore.»
Stefan era già morto da un bel po' di tempo, quindi non vedevo alcun motivo per essere gentile con lui. «Ti ho risposto al telefono alle...» cercai di mettere a fuoco i numeri rossi sul display della sveglia sul comodino «...tre del mattino.»
Okay, non dissi esattamente così. Probabilmente aggiunsi un po' di quelle parole che un meccanico di solito usa per sfogarsi contro bulloni poco collaborativi o alternatori che gli cascano su un piede.
«Quindi immagino che starai per chiedermi un secondo favore,» continuai «ma preferirei che ora attaccassi e mi richiamassi a un'ora più civile.»
Rise. Forse pensava che stessi cercando di scherzare. «Ho un lavoro da sbrigare, e sono convinto che i tuoi particolari talenti potrebbero essere una grande risorsa per assicurare la riuscita dell'impresa.»
Le creature antiche, almeno nella mia esperienza, amano tenersi sul vago quando ti chiedono di fare qualcosa per loro. Ma io sono una donna d'affari, e mi piace avere i dettagli il prima possibile.
«Alle tre del mattino ti serve un meccanico?»
«Sono un vampiro, Mercedes» rispose gentilmente. «Questa è l'ora di punta per la mia attività. Però non è di un meccanico che ho bisogno, ma di te. E mi devi un favore.»
Aveva ragione, il maledetto. Mi aveva aiutata quando la figlia del mannaro alfa era stata rapita, e mi aveva avvisata che mi avrebbe chiesto qualcosa in cambio.
Sbadigliai e mi misi a sedere, perdendo ogni speranza di potermi rimettere a dormire. «D’accordo. Cosa devo fare?»
«Devo recapitare un messaggio a un vampiro che è qui senza permesso» rispose, andando subito al sodo. «Mi serve un testimone di cui lui non possa accorgersi.»
Attaccò senza aspettare una mia replica, e senza dirmi a che ora sarebbe passato a prendermi. Si sarebbe meritato che tornassi a letto.
Borbottando tra me e me, mi misi addosso le prime cose che trovai: un paio di jeans, la maglietta del giorno prima con tanto di macchie di mostarda e un paio di calzini con un solo buco tra tutti e due. Quando fui più o meno vestita, arrancai fino alla cucina e mi versai un bicchiere di succo di mirtillo.
C’era la luna piena, e il mio coinquilino, il lupo mannaro, era in giro con il clan locale, quindi non c'era bisogno che gli spiegassi che stavo uscendo con Stefan. Ma tanto sarebbe stato lo stesso.
Samuel non era male come coinquilino, ma aveva la ten-denza a essere possessivo e dittatoriale. Non che glielo lasciassi fare, ma litigare con i licantropi richiede una sottigliezza che a me mancava del tutto alle - sbirciai il mio orologio - tre e un quarto del mattino.
Anche se sono stata cresciuta dai mannari, non sono una di loro, nemmeno lontanamente. La mia vita non dipende dalle fasi lunari, e quando assumo la mia seconda forma, quella di un coyote, ho l'aspetto di qualsiasi altro canis latrans. Ho sul dorso le cicatrici che mi hanno lasciato i pallettoni da caccia a dimostrarlo.
I mannari non possono essere confusi con i normali lupi: i licantropi sono molto più grossi delle loro controparti non soprannaturali, e fanno anche molta più paura.
Io sono quello che si chiama un Camminatore, anche se sono sicura che un tempo c'era un altro nome per definire quelli come me, un nome indiano che andò perduto quando gli europei invasero il Nuovo Mondo. Forse mio padre avrebbe potuto dirmelo se non fosse rimasto ucciso in un incidente stradale prima di sapere che mia madre era rimasta incinta. È per questo che so solo ciò che i licantropi hanno saputo insegnarmi, che non è molto.
Il termine Camminatore viene dai mutaforma delle tribù indiane del sudovest, ma ho molto meno in comune con loro di quanto non abbia con i mannari, almeno stando a quanto ho letto. Non mi serve una pelle di coyote per cambiare aspetto; e non sono malvagia.
Sorseggiai il succo e guardai fuori dalla finestra della cucina. Non riuscivo a scorgere la luna, solo il suo chiarore argen¬tato che si posava sul panorama notturna In qualche modo sembrava il momento giusto per i cattivi pensieri, mentre aspettavo il vampiro che doveva venirmi a prendere. Se non altro, mi consentiva di non riaddormentarmi: la paura ha questo effetto su di me. Ho paura del male.
Nel nostro mondo moderno, la parola stessa sembra... sorpassata. Spesso cerchiamo di spiegarla usando altri termini, come abuso di droghe, infanzia infelice o malattia mentale.
Gli americani in particolare sono di un'assurda innocenza con la loro fede incondizionata nel fatto che la scienza possa spiegare ogni cosa. Quando, qualche mese prima, i lupi mannari si erano finalmente decisi ad ammettere la loro natura, gli scienziati avevano subito cominciato a cercare un virus o un batterio che potesse essere la causa della mutazione, perché la magia era qualcosa che i loro computer e i laboratori non erano in grado di dimostrare. Avevo sentito dire che Johns Hopkins aveva un intero team al lavoro sulla questione. E senza dubbio potevano anche scoprire qualcosa, ma scommetto che non saranno mai in grado di spiegare come un uomo di ottanta chili possa trasformarsi in un lupo mannaro di centoventi. La scienza non dà alla magia più credito di quanto non ne dia al male.
La sincera convinzione che tutto nel mondo abbia una spiegazione è un elemento di vulnerabilità e insieme un modo di difendersi. Il male preferisce quando la gente non crede nella stia esistenza. È raro che i vampiri, per fare un esempio non casuale, escano per le strade e uccidano la gente. Quando vanno a caccia, puntano qualcuno della cui mancanza non ci si accorgerebbe, e li portano a casa loro, dove li custodiscono e li tengono al sicuro, come mucche in una stalla.
Sotto l'egida della scienza non sono permessi roghi per le streghe, né processi medievali né pubblici linciaggi. In cambio, il cittadino medio e rispettoso della legge non deve preoccuparsi delle creature della notte. A volte vorrei tanto essere un cittadino medio.
I cittadini medi non ricevono le visite dei vampiri.
E non devono preoccuparsi di un clan di mannari, almeno non quanto me ne devo preoccupare io.
Mostrarsi al pubblico era stato un passo molto coraggioso per i licantropi, e che poteva comportare gravi ripercussioni. Mentre osservavo la notte illuminata dalla luna, mi domandavo cosa sarebbe successo se la gente comune avesse ricominciato a vivere nella paura. I lupi mannari non sono malvagi, ma non sono nemmeno degli eroi pacifici e giusti, come invece cercano di dipingersi agli occhi degli altri.
Sentii dei colpetti alla porta d'ingresso.
I vampiri invece sono malvagi. Lo sapevo, ma Stefan non era un vampiro come tutti gli altri. A volte avevo la certezza che fosse mio amico. Quindi non ero spaventata, finché non aprii la porta e vidi cosa mi stava aspettando dietro di essa.
Aveva i capelli neri tirati indietro, il che al chiarore lunare dava al suo viso un pallore più marcato che mai. Vestito di nero dalla testa ai piedi, poteva essere preso per qualcuno scappato dal set di un brutto film su Dracula, ma in qualche modo l'insieme del suo abbigliamento, dal soprabito ai guanti di pelle, sembrava più adatto a Stefan delle magliette e dei jeans strappati che portava di solito. Come se si fosse tolto una maschera, piuttosto che se l'avesse indossata.
Sembrava in grado di uccidere con la stessa facilità con cui io avrei potuto cambiare una gomma, e anche con meno pensieri e rimorsi. Poi le sue sopracciglia si sollevarono, e lui tornò a essere lo stesso vampiro che aveva dipinto il suo vecchio pulmino Volkswagen per farlo assomigliare alla Macchina Mistero di Scooby-Doo.
«Non sembri felice di vedermi» mi apostrofò con un sorriso appena accennato, senza mostrare i canini. Nell'oscurità, aveva gli occhi più neri che marroni, ma anche per i miei era lo stesso.
«Entra.» Arretrai dalla porta per farlo passare. Poi, siccome mi aveva spaventata, aggiunsi seccata: «Se è una buona accoglienza che cerchi, cerca di passare a un'ora decente.»
Esitò sulla soglia, sorrise ancora, dichiarò: «Su tuo invito» ed entrò in casa.
«Quella storia della soglia funziona davvero?» domandai.
n suo sorriso si allargò ulteriormente, e questa volta colsi un bagliore bianco. «Non dopo che mi hai chiesto di entrare.»
Mi superò e andò nel soggiorno, poi si voltò ruotando su sé stesso, come un modello in passerella. Il fondo del soprabito si allargò mentre si girava, come un mantello.
«Allora, ti piaccio in versione Nosferatu?»
Sospirai e ammisi che era così. «Mi hai fatto paura. Pensavo che odiassi la roba gothic.» Non l'avevo quasi mai visto in abiti diversi da jeans e T-shirt.
Sorrise ancora di più. «Di solito sì. Ma il look alla Dracula fa sempre il suo effetto. È strano come, se usato con parsimonia, incute timore ai vampiri quasi quanto alle ragazze coyote. Ma non preoccuparti, ho un costumino anche per te.»
Si frugò sotto la giacca ed estrasse una bardatura piena di borchie d'argento.
Lo fissai per un momento. «Stiamo andando a uno strip club sadomaso? Non sapevo che ce ne fossero da queste parti.» Infatti, per quel che ne sapevo, non ce n'erano. La zona est di Washington è più puritana di Seattle o Portland.
Rise. «Non stasera, tesoro. Questa è per l'altra te.» Scosse la bardatura, e mi resi conto che era una pettorina da cane.


TRAMA (tradotta e liberamente adattata)
Cassandra Palmer eredita un patrimonio a titolo della Pizia diventando capo chiaroveggente. E' una posizione che di solito viene fornita con anni di formazione, ma Cassie l'ha ottiene in circostanze insolite. Ora ha una quantità enorme di potere che ogni vampiro, folletto, mago in città vuole monopolizzare o porre fine, e che lei stessa non sa usare.Inoltre, Cassandra ha appena scoperto che un arrogante vampiro maestro ha un legame di sangue con con il quale la rivendica mettendo in guardia gli eventuale aspiranti pretendenti.... e tra di loro potrebbe avere la meglio un'intensa attrazione . Ma questa che li lega le farà scoprire anche che avere lui come nemico può fare molto male ...
 
Ogni giorno che inizia nel bar di un casinò gremito di demoni e disegnato per sembrare l'inferno probabilmente non produrrà nulla di buono. Ma tutto quello a cui riuscivo a pensare in quel momento era che un bordello sarebbe dovuto essere più divertente - specialmente uno per sole donne il cui personale era formato da affascinanti incubi. Ma i demoni amanti erano miserabilmente accasciati sui loro tavoli, si tenevano le teste doloranti, e ignoravano completamente la loro compagnia. Anche Casanova, accomodato di fronte a me, sembrava infelice. La postura era involontariamente seducente - una questione d'abitudine, suppongo -ma la sua espressione non era molto piacevole da vedere.
«Bene, Cassie!» disse seccamente, quando uno dei suoi ragazzi cominciò improvvisamente a piangere. «Dimmi cosa vuoi, poi portali via di corsa. Ho un affare di cui occuparmi!»
Si riferiva alle tre vecchie appollaiate sugli sgabelli del bar. Nessuna di loro aveva meno di cento anni, e ciò che le distingueva in modo particolare erano gli unti e arruffati capelli -grigi dalla nascita - intrecciati in una ragnatela di nodi fino al pavimento. Avevo provato a lavarli a Enyo, il cui nome significava appunto 'orrore', la sera precedente, ma lo shampoo dell'hotel non aveva potuto porre rimedio alla situazione. Avevo rinunciato al mio proposito dopo aver trovato quello che sembrava un topo putrefatto in un groviglio dietro il suo orecchio destro.
I capelli perlomeno distraevano l'attenzione dalle loro facce, e non si notava immediatamente che avevano un occhio e un dente in condivisione. Enyo in quel momento stava tentando di recuperare rocchio da sua sorella Deino ('terrore') perché voleva dare uno sguardo all'orripilante barista. Intanto, Pemphredo ('allarme') stava usando il dente per aprire un pacchetto di noccioline. Alla fine si arrese e si mise in bocca la confezione intera con il cellofan, mastican¬do felice.
Una volta, pensavo che le Graeae fossero solo un mito pensato dai noiosi Greci secoli fa prima dell'invenzione della TV. Ma ovviamente non era così. Avevo recentemente acquisito - va bene, rubato - una serie di oggetti dal Senato Vampirico, l'istituzione che controlla l'operato dei vampiri di tutto il Nordamerica, e avevo provato a indovinare dì cosa si trattasse. Il primo che avevo esaminato era una piccola sfera iridescente dentro una scatola di legno scuro, aveva cominciato a brillare appena l'avevo presa in mano. Poi un piccolo lampo di luce, e avevo degli ospiti in casa.
Non potevo immaginare perché il trio era stato imprigionato, specialmente in un posto grandioso come il santuario interno della roccaforte di un vampiro. Erano dannatamente fastidiose ma non sembravano pericolose, eccetto per il mio conto del servizio in camera. Avevo portato con me le ragazze dal momento che non potevo lasciarle incustodite nella mia stanza d'albergo. Avevano tanta energia per essere delle donne anziane, e fino a quel momento avevo perso un sacco di tempo per cercare di farle divertire.
Le avevo parcheggiate davanti al tre slot machine mentre mi occupavo della mia commissione, ma era sicuro non se ne sarebbero state lì per molto. Come tre mocciosi anziani, avevano una capacità d'attenzione molto ridotta. Avevano cominciato a girovagare per il bar subito dopo, con un bottino illecito di souvenir. Deinio, con un diavoletto rosso di peluche sotto il braccio, capovolgeva una boccia di vetro con la neve. Dentro c'era un'immagine di plastica del casinò che, invece di essere circondata da finta neve, aveva minuscole fiamme che danzavano ogni volta che la scuotevi. Pensavo proprio alla fortuna di essere arrestata per il taccheggio di qualcosa di tanto pacchiano.
A dispetto della scocciatura di fare da baby-sitter alle tre strane sorelle, l'espressione di Casanova mentre le guardava mi diceva che avrebbe giocato a mio favore. Sorrisi e guardai di nuovo le fiamme divorare il minuscolo casinò. «Se non mi aiuti, le lascio qui.» Non avevo bisogno di far notare quanto quello avrebbe danneggiato gli affari.
Casanova fece una smorfia tossì il suo drink. Tecnicamente, certo, non era il Casanova storico.
«Non mi interessano i tuoi problemi» mi disse con ferocia. «Quanto vuoi per portarli via?»
«Non è questione di soldi. Sai cosa voglio.» Provai ad aggiustarmi gli stretti pantaloni di raso che indossavo per stare più comodo, ma penso che se ne accorse. Era dura sembrare minaccioso indossando un costume da diavolo ricoperto di lustrini, completo di coda a punta. E il peccaminoso rosso scarlatto non si sposava con il biondo rossiccio dei miei riccioli e la carnagione pallidissima. Sembravo una bambola di celluloide che giocava a fare la dura - nessuna meraviglia che non riuscissi a impressionarlo. Ma avevo dovuto escogitare un modo per avvicinarmi a lui senza essere riconosciuta e prendere in prestito un costume dall'addetto allo spogliatoio mi era sembrata una buona idea al momento.
Casanova si accese una piccola sigaretta con un accendino d'oro satinato. «Se hai istinti suicidi sono problemi tuoi, ma io non ho nessuna intenzione di impiccarmi mettendomi contro Antonio. Quell'uomo è affamato di vendetta, dovresti saperlo.»
Visto che Tony, uno dei vampiri capi e mio vecchio guardiano, era il primo della lista di quelli che volevano vedermi in un'urna sulla mensola del caminetto, non avevo nulla da ribattere. Ma dovevo trovare lui e il tipo che sospettavo fosse con lui, o l'urna non sarebbe stata necessaria. Di me non sarebbe rimasto nulla, neppure per il funerale. E siccome Casanova era stato a lungo il vice di Tony, avrei scommesso che sapeva di certo dove si stava nascondendo quel vecchio bastardo.
«Penso che Myra sia con lui» dissi subito dopo.
Casanova non chiese ulteriori dettagli. Non era esattamente un segreto che Myra era la persona che di recente aveva cercato di aiutarmi a sottrarmi a quella spirale mortale. Non era stata una questione personale - un avanzamento di carriera, diciamo - fino al momento in cui non gli avevo assestato due proiettili nella schiena. Ora si poteva dire che si trattava di una questione personale.
«Le mie condoglianze» mormorò Casanova. « Temo che questo sia tutto ciò che posso offrirti. Capisci che la mia posizione è in qualche modo... debole.»
Era un modo di vedere la questione, diciamo. Che Casanova avesse rivestito un ruolo così importante nell'organizzazione criminale di Tony era una cosa piuttosto insolita, come minimo.
Demoni sono normalmente considerati una concorrenza indesiderata dai vampiri, ma gli incubi non sono esattamente al vertice della scala di potere demoniaca. Infatti la maggior parte degli altri demoni li considerano come una fonte d'imbarazzo. Casanova era tuttavia un incubo piuttosto inusuale. Aveva preso ad abitare un attraente gentiluomo spagnolo secoli prima, pensando che stesse semplicemente scambiando un vecchio corpo ospite che stava invecchiando per qualcosa di nuovo. Non si era reso conto fino al momento in cui aveva iniziato la possessione che era in realtà entrato nel corpo di un vampiro giovane, troppo giovane per conoscere il modo di cacciarlo via.
Prima che il vampiro se ne rendesse conto erano giunti a un accordo. I secoli di pratica di seduzione di Casanova avevano aiutato il vampiro a nutrirsi con grande facilità, e avere un corpo che non invecchiava e non sarebbe morto era perfetto per Casanova. E così quando Tony aveva deciso di chiamare a raccolta tutti gli incubi degli Stati Uniti per trasformarli in una macchina per far soldi a suo vantaggio, Casanova gli era sembrata la persona più adatta per guidarla.
Il centro benessere Sogni Decadenti si trova in un grandioso palazzo proprio nei pressi del più recente casinò di Las Vegas, di proprietà di Dante. Mentre ì mariti in vacanza sperperano interi patrimoni familiari alla roulette, le povere mogli possono consolarsi con i più stravaganti trattamenti di bellezza, disponibili alla porta accanto. Tony si arricchisce, agli incubi affluisce un fiume di lussuria di cui nutrirsi, e le donne escono dal centro benessere con una luce che dura per giorni. Si tratta di uno degli affari meno riprovevoli di cui Tony sì occupa, anche se è assolutamente illegale, e diversa-mente da quello che molti sembrano credere, la prostituzione non viene tollerata dalla polizia di Las Vegas. Ma a dire il vero i vampiri non hanno mai fatto troppo caso alle leggi umane.
«Qual è la punizione per cui dobbiamo sgobbare in questi giorni?» chiesi pigramente. «Fa sembrare quel cappio molto attraente.»
Per la prima volta Casanova perse la sua aria di superiorità. Scosse la sigaretta e la brace rovente si sparpagliò sul suo abito, lasciando delle piccole bruciature sulla seta prima che potesse scuoterle via. «Non ho mai avuto niente a che fare con tutto questo!»
Non fui sorpreso dalla sua reazione. Tony aveva infranto tutte le leggi umane e vampire lanciandosi nel lucroso ma estremamente pericoloso commercio di utilizzatori della magia.
Il Cerchio D'Argento, il concilio di magi che prende decisioni per gli utilizzatori della magia proprio come fa il Senato per i vampiri, si oppongono violentemente all'idea, e il loro trattato con i vampiri lo mette chiaramente fuori legge. Ignorare il trattato significa rischiare la guerra, e il Senato avrebbe dovuto impalare Tony solo per questo, oltre alle migliaia di altre ragioni che già aveva per volere Tony morto.

venerdì 29 ottobre 2010

Recensione Sanctuary 1

Questa è la prima stagione di un telefilm che ho visto in streaming quest'estate e ora in America (e qui in italia sottotitolata) stanno mandando in onda la terza stagione. Assolutamente consigliato soprattutto a chi ama la storia intrecciata con la fantascienza.

TRAMA
La prima stagione rivela la storia della dottoressa Helen Magnus, che in gioventù era un membro di un gruppo di scienziati sperimentali conosciuto come "The Five", che comprendeva anche Nikola Tesla, Nigel Griffin, Dr. James Watson, e John Druitt, che hanno voluto allargare i confini della loro conoscenza del mondo fisico attraverso mezzi non convenzionali. A seguito di un'iniezione derivata da un campione di sangue di vampiro, i cinque hanno acquisito particolari poteri: Magnus ha acquisito un elevato livello di longevità, Nigel Griffin ha acquisito il potere dell'invisibilità, l'intelletto del Dr. James Watson è stato accresciuta enormemente, John Druitt ha sviluppato la capacità di teletrasportarsi nel tempo e nello spazio, e Nikola Tesla si trasforma in un vampiro.
Nella seconda metà della prima stagione viene introdotta "The Cabal", una potente organizzazione che conduce sperimentazioni sugli "anormali" nella convinzione che rappresentino una minaccia per la specie umana.

RECENSIONE
Qualche giorno fa’ ho concluso questo telefilm ed è stato piuttosto bello e piacevole da vedere… soprattutto a notte fonda.
La prima stagione è costituita da 13 puntate e per ora in Italia è uscita solo su Steel. L’inizio è un po’ lento e non appassiona più di tanto tuttavia, se si prosegue, man mano si fa tutto più interessante e gli episodi, dapprima autoconclusivi, si legano fino al finale che si conclude con un “to be continued” alla seconda stagione che uscirà in Italia nel corso del 2010.
La protagonista è la dottoressa Magnus (Amanda Tapping) che dirige il Santuario, un luogo di ricerca che ospita al suo interno esseri con poteri paranormali. Nel suo lavoro viene aiutata dalla figlia Ashley (Emilie Ullerup), dal profiler Will Zimmerman (Robin Dunne) e dall’informatico Henry (Ryan Robbins). Il loro lavoro è principalmente quello di studiare e catturare tutti gli esseri potenzialmente pericolosi aiutandoli. Nella seconda metà della serie compare anche una setta decisa a mettere il bastone tra le ruote al Santuario e, per rendere ancora tutto più intrigante, la dottoressa Magnus incontrerà vecchi amici, nemici e amori della sua gioventù.
Nel telefilm ho apprezzato l’ambientazione costruita grazie alla tecnologia green screen, molto realistica, e la storia, a tratti molto originali.
Il mio personaggio preferito è sicuramente John Druitt (Christopher Heyerdahl). Come attore Heyerdahl mi ha subito conquistata, non so bene il perché, forse per il suo modo di fare o per il fascino del suo personaggio e vorrei che nella stagione successiva fosse più presente. Dopo John Druitt ho apprezzato anche la protagonista Helen Magnus per il suo modo di affascinarsi alle cose, di essere curiosa e pronta all’avventura con la passione di un’adolescente. Invece non mi è molto piaciuto Will Zimmerman, intelligente ma a volte mi è sembrato una presenza ingombrante e fastidiosa.
Concludo nel consigliare questa serie e, sebbene il voto sarebbe 3,5/5, non essendoci le mezze stelline, si può arrotondare arrivando a 4/5 in previsione di una seconda stagione che si preannuncia ancora più interessante.

VOTO:****

Titolo originale: Sanctuary
Paese: America, Canada
Genere:
fantasy, fantascienza
Stagioni: 3+

Canale:
Steel

martedì 26 ottobre 2010

Prossime Uscite: Novembre

Novembre si prospetta molto interessante anche se per ora di questi libri non ne comprerò nessuno... almeno non finche la mia lista delle prossime compere è così lunga.

LEGENDA
X= libri che sicuramente comprerò
O= libri che potrei comprare
OOO= libri che ho già
se non aggiungo niente vuol dire che non sono interessata.

NOVEMBRE
-Una tomba fredda ghiacciata di Harris Charlaine (Delos Books) X
-Io voglio-Angeli caduti di J.R.Ward (Rizzoli) OOO
-Wild cards-L'invasione di George Martin (Rizzoli)
-Torment di Lauren Kate (Rizzoli)
-La magia nel vento e oceani di fuoco di Feehan Christine (LeggerEditore)
-Blood dreams di Kay Hooper (LeggerEditore)
-La Finestra sul bosco di Karen Robards (LeggerEditore) OOO
-Morning glory di Diana Peterfreund (LeggerEditore)
-Black secret-Visioni di Elizabeth Chandler (Newton Compton)
-La notte del solstizio di Lisa Jane Smith (Newton e Compton)
-Percy Jackson e i mostri del mare di Rick Riordan (Mondadori)
-La Ragazza di Fuoco. Hunger Games di Suzanne Collins (Mondadori) X
-Guerre del mondo emerso. Guerrieri e creature di Troisi Licia (Mondadori)
-L’amore Stregone di Alberto Bevilacqua (Mondadori)
-La notte degli innocenti di Mosse Kate (Piemme)
-Unwind. La divisione di Shusterman Neal (Piemme)
-E finalmente ti dirò addio di Lauren Oliver (Piemme)
-La lista di Michael Connelly (Piemme)
-Gli inferni di Zandru di Marion Zimmer Bradley (Longanesi)
-L'ottava confessione di Patterson James; Paetro Maxine (Longanesi)
-Baby Doll di Carter Rogers Sharon (Fanucci) OOO
-La sorgente di luce di Geronimo Giglio (Fanucci)
-Tatuaje, un legame indelebile di Ana Alonso Javier Pelegrin (Fanucci)
-Alicia e la grande mela di Shari H. Grilli (Fanucci)
-Il giardino segreto di Frances Hodgson Burnett (Fanucci)
-Ceruleans Sins di Laurell K. Hamilton (Nord) X
-Il fulmine di Sethos di Peters Elizabeth (Nord)
-Vex e Calix di Martin Millar (Fazi)
-Notte buia, senza stelle di Stephen King (Sperling e Kupfer)
-Varney il vampiro. All'ombra del Vesubio di Thomas Preskett Prest e James Malcolm Rymer (Gargoyle)
-Diario di una lady di provincia di Delafield E. M. (Neri Pozza)
-Lord Ruthwen il vampiro di Charles Nodier (Nuovi Equilibri) O

-NEWS Skyland. La nave delle tempeste di David Carlyle (Piemme) X
-NEWS Amore Immortale di Cate Tiernan (Mondadori) O
-NEWS I Diari di Seaport - La sete dei vampiri e il potere delle streghe di Elisa Bertini e Giulia Ottaviani (Castelvecchi) OOO

lunedì 25 ottobre 2010

ANTEPRIMA: La Ragazza di Fuoco. Hunger Games di Suzanne Collins

Oggi volevo pubblicare il post riguardante le uscite di novembre tuttavia, appena guardato se c'erano novità in fatto di libri, ecco scopro che finalmente è uscita la cover italiana del secondo volume di Suzanne Collins e quindi non potevo non dedicarne un post.
Il primo romanzo è stato molto bello, spero sia così anche questo.

TRAMA
Grazie a una minaccia di suicidio, Katniss e Peeta hanno vinto gli Hunger Games sfidando pubblicamente lo Stato. Il loro gesto ribelle scatena la reazione nei 12 distretti di Panem, diventando un simbolo di libertà. Ma il presidente Snow non dimentica e per vendicarsi indice una nuova edizione dei giochi: un torneo in cui a sfidarsi saranno tutti i precedenti vincitori. I protagonisti finiscono così nuovamente nell'arena. E le torture fisiche e psicologiche che hanno già subito non saranno niente in confronto a quello che li aspetta...

SERIE
-The Hunger Games (Hunger Games)
-Catching Fire (La Ragazza di Fuoco. Hunger Games)
-Mockingjay

Titolo: La Ragazza di Fuoco. Hunger Games
Autore: Suzanne Collins 
Editore: Mondadori
Pagine: 376
Prezzo: € 17,00
 
BOOKTRAILER

domenica 24 ottobre 2010

Recensione Numbers di Rachel Ward

Di recente ho letto questo libro ed è stato piuttosto carino anche se fa riflettere su argomenti che non lo sono altrettanto. Nonostante sia è uno Young Adult è comunque piacevole anche per un adulto, a piatto che sia disposto a tralasciare alcuni clichè. 
P.S. La recensione contiene qualche piccolo spoiler.

TRAMA
Fin da quando è nata, a Jem capita una cosa strana: intravvede una serie di otto numeri negli occhi delle persone. Anche in quelli della mamma, 10102001. Per anni non dà importanza alla cosa, pensa sia solo una fantasia di bambina... Quando però sua madre muore il 10-10-2001 capisce tutto: quei numeri corrispondono alla data di morte di chi le sta intorno. Da quel momento la sua vita cambia, non è più una ragazza come le altre, ora ha un terribile segreto. E isolarsi dagli altri sembra l'unica soluzione per nasconderlo. Solo Spider, un compagno di scuola, si rifiuta di lasciarla sola e per lui Jem comincia a provare qualcosa di più che semplice amicizia. Un pomeriggio decidono di fare un giro sulla ruota panoramica di Londra, ma quando Jem si rende conto che tutte le persone in fila possiedono la stessa data di morte, che è proprio quello stesso giorno, intuisce che sta per accadere qualcosa di terribile... Prende la mano di Spider e insieme a lui scappa, mentre una bomba esplode. Ora lei e Spider non possono far altro che nascondersi perché la polizia pensa che i terroristi del London Eye siano proprio loro...

RECENSIONE
L’altro ieri ho concluso questo libro e, nonostante il mio voto non altissimo, l’autrice è stata davvero brava e non banale, per lo meno in alcuni punti.
La storia inizia con delle evidenti somiglianze con L'anime Death Note, tuttavia poi se ne discosta completamente vertendo su temi più profondi e delicati. La protagonista è Jem, una quindicenne orfana capace di vedere scritta negli occhi la data di morte di chi le sta attorno. Un giorno lei ha modo di conoscere un ragazzo della sua classe, Spider, con cui diventerà pian piano amico; tutto sembra proseguire bene tranne per il fatto che a quest’ultimo gli rimangono solo tre mesi di vita. Poco dopo la situazione precipita. I due ragazzi vengono accusati di aver fatto esplodere la ruota panoramica del London Eye e sono costretti a fuggire. Durante la fuga accadrà di tutto e di più fino a quando fuggire non sarà più possibile e sia Jem, sia Spider dovranno affrontare la realtà… letteralmente.
In questo romanzo vengono affrontati temi come l’ineluttabilità della vita e l’importanza di viverla con gioia fino in fondo, sebbene questa sia breve. Queste tematiche delicate sono state sapientemente adattate dall’autrice ad una fascia adolescenziale non banalizzandole. Nonostante tutto dei cliché ci sono comunque come la classica storiella romantica tra i due protagonisti che inevitabilmente serve ad attirare i lettori, soprattutto le lettrici, e a rendere più “leggero” il libro. In fondo, che romanzo Young Adult sarebbe se mancasse la storiella d’amore?
Questo libro, poi, è piuttosto “asciutto” e a volte poco realistico quando invece vorrebbe esserlo, soprattutto nel momento in cui tutto sembra andare storto e in uno stato di crisi si materializza un aiuto improvviso rendendo meno cupo il romanzo.
Infine, e qui faccio un po’ di spoiler, la conclusione non è banale tuttavia non ho gradito molto il fatto che Jem all’età di quindici anni rimanga incinta. Questo lo dico perché io penso che avere un bambino a quell’età equivalga a rovinarsi la vita, comunque questo succede solo alla fine e quindi ho potuto apprezzare tutto il resto del libro.
Concludo sostenendo che il romanzo non è stato di per sé brutto ma non riesco a dargli più di 3/5 perché non mi ha coinvolto come speravo per via delle tematiche trattate, troppo cupe, e perché in questo momento mi capita di pensare alla morte e a tutto ciò che si collega ad essa più di quanto vorrei. Numbers può definirsi autoconclusivo anche se è il primo libro di una trilogia che, senza dubbio, proseguirò.

VOTO: ***
 Titolo: Numbers
Autore: Rachel Ward 
Editore: Piemme
Pagine: 368
Prezzo: € 16,00

venerdì 22 ottobre 2010

ANTEPRIMA: Fashion Killers di Scott Westerfeld

A fine ottobre uscirà per Fazi Fashion Killers di Scott Westerfeld la cui data di uscita sono riuscita a reperirla non dalla casa editrice, come invece dovrebbe essere, ma dal sito "House of Books" e questo dice molto sull'attenzione di aggiornare il proprio spazio web e di pubblicizzare i propri romanzi delle case editrici in generale, a parte qualche eccezione, e in questo caso della Fazi.
Per quanto riguarda il libro, sembra molto interessante e forse potrei pensare di metterlo nella lista delle mie prossime compere.

TRAMA
Vi siete mai chiesti chi è stato il primo ad attaccare una grossa catena a un portafogli, o a indossare pantaloni di due taglie più grandi? O chi è stato il primo a infilarsi un cappello da baseball al contrario? Ora lo sapete. Si chiamano gli “Innovatori” e sono il vertice, la cuspide della piramide della moda. Il diciassettenne Hunter Braque è un Trendsetter, secondo livello della piramide. Il suo lavoro? Trovare quanto di più smagliante e cool c’è sul mercato. Il suo modus operandi? Osservare, ma non intervenire mai. Un giorno, tuttavia, qualcosa accade. Hunter e Jen, la ragazza di cui è pazzamente innamorato, trovano il cellulare del boss del ragazzo abbandonato in un edificio: la donna, misteriosamente, sembra svanita nel nulla. In una folle corsa contro il tempo, i protagonisti si troveranno presto catturati in una ragnatela di intrighi: ma, se la cosa potrà consolarli, sarà una ragnatela di marca.

SERIE
-Fashion Killers (Libro Unico)

 Titolo: Fashion Killers
Autore: Scott Westerfeld
Editore: Fazi
Pagine: 270
Prezzo: € 18,50

giovedì 21 ottobre 2010

Colleen Gleason: The Gardella Vampire Chronicles

E' da più di una settimana che ho preparato questo post ma per via degli impegni (purtroppo scolastici) non ho avuto il tempo di pubblicarlo. Premetto che, per ora, di quest'autrice ho letto solo il primo volume (probabilmente di qui a poco lo recensirò) e il mio giudizio non è molto positivo, comunque proseguirò la serie sperando in meglio.

AUTRICE
Colleen Gleason è nata a Detroit, ha passato la maggior parte della sua vita da adulta nel Michigan. Si è laureata in Letteratura Inglese presso l'Università del Michigan e poi ha proseguito gli studi per il suo dottorato dall'Università del Michigan di Flint.
Pur avendo sempre avuto sin da piccola la voglia di scrivere, dopo la laurea ha lavorato per molti anni nel campo delle vendite, del marketing e della gestione d'impresa nel settore industriale della salute; ha fondato una sua agenzia assicurativa, che ha gestito per diversi anni.
Alla fine ha deciso di prendere “carta, penna e calamaio” (si fa per dire) e dare sfogo alla sua passione per la scrittura.
Recentemente ha pubblicato, con lo pseudonimo di Joss Ware, la trilogia Awakening Heroes (Beyond the night, Embrace the night eternal, Abandon the night).
Per il prossimo anno è prevista una nuova serie di romanzi historical urban fantasy, ambientata nell’800, ma non legata ai Gardella.

THE GARDELLA VAMPIRE CHRONICLES
Cacciatori di Vampiri












Titolo: Cacciatori di Vampiri
Autore: Colleen Gleason
Editore: Newton Compton
Pagine: 279
Prezzo: € 9,90
Generazione dopo generazione, uno dei discendenti della famiglia Gardella deve accettare il destino della stirpe e diventare cacciatore di vampiri. Questa volta la prescelta è Victoria, diciottenni ancora da compiere. Mentre la sua vita si snoda tra la folla delle sale da ballo e le strade solitarie illuminate dalla luna, il suo cuore è conteso tra il più ambito scapolo di Londra, il marchese di Rockley, e il suo enigmatico alleato, Sebastian Vioget. E quando si ritroverà faccia a faccia con il più potente vampiro mai esistito sulla terra, Victoria dovrà compiere la scelta estrema tra amore e dovere. Ambientato tra gli splendori e le ombre della Londra di inizio Ottocento, il libro è una storia di sangue, di soprannaturale, d'amore e morte. 

La Condanna del Vampiro 
 











Titolo: La Condanna del Vampiro
Autore: Colleen Gleason
Editore: Newton Compton  
Pagine: 277  
Prezzo: € 9,90
Una nuova minaccia incombe sui Gardella, l'antica famiglia di cacciatori di vampiri. Dopo aver lasciato la nebbiosa e violenta Londra e aver vagato per l'Europa, Lady Victoria deve affrontare una nuova sfida all'ultimo sangue. Il destino, questa volta, la porta a Roma, città in cui in ogni vicolo e dietro ogni antica rovina si cela il male. Un misterioso vampiro ha accumulato un potere immenso e ha acquisito la capacità di controllare le anime dei morti. Victoria, insieme ai suoi fidati compagni, dovrà sconfiggerlo e riportare la pace nel mondo degli umani. Ma quando scopre di essere stata tradita proprio da uno dei suoi amici, capisce che può contare soltanto sulle sue forze e sul suo istinto.

La Rivolta dei Vampiri












Titolo: La Rivolta dei Vampiri
Autore: Colleen Gleason
Editore: Newton Compton  
Pagine: 163 
Prezzo: € 12,90
Il Carnevale si avvicina e tutta la città è in fermento. Nelle sue stanze Lady Victoria Gardella, cacciatrice di vampiri, piange la morte del marito, ma il pericolo è di nuovo in agguato. Tra i vicoli di Roma gira voce che le forze del Male stiano preparando un nuovo attacco: il temibile Akvan ha stretto un’alleanza con altre creature mostruose e sanguinarie e sta per varcare la Porta degli Alchimisti. La città è già in preda al terrore, ma Lady Victoria è pronta alla nuova sfida. Intanto Maxi milan Pesaro, cacciatore di vampiri, è tornato: stavolta è deciso a spezzare le catene della sua schiavitù. E Se bastian Vioget, enigmatico seduttore, rivela di conoscere un segreto che potrebbe essere determinante per la sconfitta di Akvan. Lady Victoria sa bene che gli alleati vanno scelti con cura e sente che di Sebastian non può fidarsi. Eppure non sa resistere al suo fascino magnetico…

Il Crepuscolo dei Vampiri












Titolo: Il Crepuscolo dei Vampiri 
Autore: Colleen Gleason
Editore: Newton Compton  
Pagine: 284
Prezzo: € 12,90
Precipitata tra le ombre dei non-vivi in seguito al morso del Maestro Vampiro Beauregard, Victoria Cardella, fiera cacciatrice delle diaboliche creature della notte, si oppone al destino che la vorrebbe feroce vampiro. Il suo animo predisposto al bene lotta contro il sangue nemico che ormai le scorre nelle vene, e che vuole mutare la sua natura... Ma un'altra lotta si combatte dentro di lei, quella tra l'irresistibile attrazione per Sebastian, discendente di Beauregard, ormai divenuto anch'egli cacciatore di vampiri, e l'amore per Max, cacciatore da sempre, che ha rinunciato ai suoi poteri per sfuggire al giogo della malefica regina Lilith. Intanto a Londra il male dilaga, e ormai neanche la luce del giorno può fermare la ferocia dei vampiri. Su Lady Gardella si addensano terribili sospetti e presto anche la polizia busserà alla sua porta. 

Il Bacio del Vampiro


Titolo: Il Bacio del Vampiro 
Autore: Colleen Gleason
Editore: Newton Compton  
Pagine: 330
Prezzo: € 14,90
La Londra del diciannovesimo secolo è una metropoli pericolosa e oscura, e solo i cacciatori di vampiri possono proteggerla dal male. La famiglia dei Gardella da sempre lotta contro le creature della notte e Victoria, l'ultima discendente, ha il dovere di dare alla luce un figlio, se non vuole che la sua stirpe si estingua. Il compagno ideale sembrerebbe Sebastian, il vampiro che è divenuto suo alleato, abile guerriero, forte e affascinante. Tuttavia, Victoria non è mai riuscita a dimenticare il suo grande amore Max Pesaro, impavido cacciatore di vampiri. Nel frattempo, altre nubi di minaccia si addensano all'orizzonte: i demoni, nemici giurati dell'umanità e dei non-morti, hanno trovato il modo per invadere la terra. Gli umani devono stringere un'alleanza con i vampiri per fronteggiare il nuovo, terribile pericolo, e Victoria dovrà chiedere l'aiuto di Lilith, la loro perfida regina, se vuole scongiurare la catastrofe. Lilith chiede però un prezzo molto alto in cambio della sua collaborazione: vuole che le venga consegnato Max, per cui nutre da sempre un'irrefrenabile passione. Victoria dovrà prendere una terribile decisione. La sua famiglia, il suo amore, l'umanità intera: tutto il suo mondo è in pericolo. La cacciatrice deve ricominciare a combattere.

lunedì 18 ottobre 2010

PRESENTAZIONE I Diari Segreti di Miss Anne Lister

Sabato ho guardato questo film senza aver l'intenzioni di farlo. Mi sono trovata a girovagare su internet e sbirciando tra i segnalibri mi sono fermata a vedere gli aggiornamenti di un forum in cui non andavo da qualche mese; cliccando per curiosità su un film postato recentemente in streaming, ho finito per guardarlo tutto.
Alla fine non me ne sono pentita perchè è stato davvero bello e interessante. 
P.S. Il film è in lingua inglese con i sottotitoli in italiano. In Italia, purtroppo, non è uscito.

TRAMA
Nuovo dramma in costume prodotto dalla BBC, The Secret Diaries of Miss Anne Lister racconta la storia vera di una donna indipendente, fatto singolare nella società e nell’industria del suo tempo, lo yorkshire di inizio ‘800. Proprietaria terriera più interessata allo studio della letteratura greca che al matrimonio, Anne Lister aveva inventato un linguaggio segreto con cui nei suoi diari raccontava del suo amore per le donne, specialmente per Mariana. Ma l’amore, seppur ricambiato, si scontra con le convenzioni sociali del tempo e Mariana preferisce un matrimonio d’interesse pur mantenendo vive le speranze di Anne di vivere un giorno felicemente insieme. Il successivo estraniamento di Mariana e la tenacia di Anne nel trovare una compagna per la vita la farà addirittura diventare una pioniera nello sfruttamento del carbone delle sue terre, in diretta competizione con i signori della regione. Dopo 150 anni i diari di Miss Anne Lister sono stati decifrati portando alla luce la storia di una donna forte e passionale, all’altezza delle eroine delle Sorelle Brontë sue conterranee. 

Titolo originale: The Secret Diaries of Miss Anne Lister
Paese: Inghilterra
Genere:
drammatico
Durata:
1:33:25    
Canale:
BBC2

BOOKTRAILER

domenica 17 ottobre 2010

ANTEPRIMA: Gens Arcana di Cecilia Randall

Fra pochi giorni esce questo nuovo romanzo di Cecilia Randall e forse lo comprerò anche se prima devo leggere la trilogia che ha reso famosa quest'autrice e di cui tutti ne parlano in modo positivo.

TRAMA
Firenze, 1478.
Valiano de’ Nieri discende da una delle più antiche e autorevoli famiglie di Arcani, uomini e donne dotati della facoltà di invocare la quinta essentia, il quinto elemento della natura, capace di combinarsi con gli altri quattro – aria, acqua, terra e fuoco – e di controllarne la forza. In pochi al mondo conoscono l’esistenza di tali dinastie millenarie. La Chiesa e i governi secolari la tengono nascosta persino alle loro gerarchie inferiori e si servono degli Arcani, ricambiandone i servigi con onori e ricchezze mentre ne sorvegliano attentamente l’operato. Il potere arcano è immenso, si tramanda attraverso il lignaggio del sangue e può sovvertire l’ordine del mondo: per questo la stessa Inquisizione ne protegge il segreto nel più spietato dei modi. Valiano era nato per essere un capo tra gli Arcani, ma ha rifiutato il suo dono e la primogenitura, ha lasciato tutto per inseguire il sogno di una vita normale, lavorando come apprendista liutaio. Quando però suo padre Bonconte muore in circostanze misteriose e l’amato fratello Angelo viene preso in ostaggio da chi invece avrebbe dovuto proteggerlo, Valiano non può più sottrarsi al suo destino. Il cugino Folco de’ Nieri sta scalando il potere all’interno della famiglia e, pur di realizzare la sua ambizione e liberarsi di qualunque controllo, è pronto a sfruttare una conoscenza proibita e potenzialmente devastante. Folco ha inoltre alleati temibili: creature possenti, nel cui corpo ricoperto da sinistri segni di morte convivono, imprigionati, un’anima umana e un elementale della natura.
Solo Valiano può fermarlo, ma per riuscirci dovrà fare appello a tutto il suo coraggio, riscoprire uno a uno poteri e segreti rifiutati per anni, fronteggiare nemici e amici indimenticabili: dal mercenario Manente da Erto alla scaltra Selvaggia, dall’inquisitore Corso da Viterbo a mastro Johannes, che tra i primi si cimenta nell’arte della stampa...


SERIE
- Gens Arcana (Libro Unico)

Titolo: Gens Arcana
Autore: Cecilia Randall
Editore: Mondadori
Pagine: 620
Prezzo: € 20,00

BOOKTRAILER 

venerdì 15 ottobre 2010

Evento Letterario a Verona!

Leggendo i vari aggiornamenti dei blog che seguo ho trovato un post su "UNA PASSIONE E OLTRE" di LadyAileen riguardo ad un evento letterario a cui sono molto interessata per due motivi: si svolge nella mia città, Verona, e uno dei libri presentati figura sulla mia lista delle prossime compere.
Cito interamente il post in questione.
I BASTIONI DEL CORAGGIO
365 RACCONTI EROTICI PER UN ANNO

Verona. Sabato 6 novembre alle ore 18.00
Presso la Libreria Bocù
Galleria Mazzini, vicolo Samaritana 1/b

Sabato 6 novembre alle 18 a Verona, presentazione unificata dell'antologia "365 racconti erotici per un anno" e del nuovo romanzo di Franco Forte "I Bastioni del coraggio". La serata si preannuncia davvero molto interessante: ci saranno letture di alcuni racconti compresi nell'antologia "365 racconti erotici per un anno", proiezioni di immagini su maxischermo e un pittore che "dal vivo" dipingerà/disegnerà di corpi, d'eros e di quello che le letture gli trasmetteranno. A coadiuvare Franco Forte durante la presentazione dei due libri ci sarà Sergio Altieri, editor Mondadori e scrittore di pregio come Alan D. Altieri.
 

mercoledì 13 ottobre 2010

Recensione I Liceali - L'Anno della Maturità

Da qualche giorno sto guardando in streaming la seconda stagione de "I Liceali" dopo, naturalmente, aver letto il libro e proprio di quest'ultimo vorrei parlare ora. 
Questo romanzo adolescenziale è piuttosto stereotipato ma nonostante tutto leggibile, senza tante pretese, ed è dedicato principalmente agli studenti in pre-maturità.

TRAMA
Ultimo anno di scuola per la III A del liceo Colonna, l'anno fatale della maturità, molte notti prima degli esami. Le storie degli allievi del professor Cicerino riprendono esattamente dove le avevamo lasciate, o quasi. Daniele, oltre a dover affrontare i soliti problemi con la madre, eternamente bambina e depressa, si troverà a fare i conti con l'arrivo di una nuova compagna, Monica, una ragazza spigolosa, sfuggente e intrigante con le conseguenti e inevitabili complicazioni per la sua relazione con Elena. La dolce figlia di Cicerino, poi, nel corso dell'anno, sarà costretta a imparare suo malgrado che anche le più belle storie d'amore talvolta finiscono e che persino a diciassette anni può succedere che una visita medica ti cambi la vita. Lucia e Cesare si preparano, ognuno a proprio modo, ad accogliere quel figlio che certamente non avrebbero mai desiderato, ma che adesso c'è e sta per nascere. Margherita e Cristiano sembrano annoiati dalla loro vecchia relazione e sono in cerca di nuovi stimoli. Lucio, dopo un incidente, si chiede se non sia il caso di ripensare integralmente la sua vita e intraprendere un nuovo, insolito e non banale, cammino spirituale.

RECENSIONE
Ieri ho concluso questo libro e pensavo fosse migliore soprattutto dopo aver letto il primo volume ed esserne rimasta piacevolmente colpita.
Come preannuncia il titolo, viene raccontato l’ultimo anno, quello della maturità, della III A del liceo Marcantonio Colonna di Roma. Il romanzo si snoda tra le vicende personali dei protagonisti e l’arrivo di una ragazza ribelle, Monica Morucci, dalla borgata che innescherà una serie di sconvolgimenti all’interno della classe, tra cui un’occupazione e una caccia al ladro. Il tutto si concluderà, appunto, con l’esame della maturità e, tra una peripezia e l’altra, il suo superamento.
Per cominciare con le mie critiche, non mi è piaciuto l’inizio e la narrazione per me si è mantenuta “tiepida” per tre quarti del libro. Il tutto cambia verso la fine dove le vicende trovano una conclusione e il ritmo rallenta a favore dei momenti di riflessione. Gli studenti vengono seguiti nel periodo degli esami giorno dopo giorno descrivendone la tensione, la paura, l’incertezza che pervade questo lasso di tempo perche segna la fine di un percorso e l’inizio di un altro. Forse quest’ultima parte mi ha coinvolto maggiormente perché anch’io quest’anno devo affrontare la maturità.
Tra le vicende narrate vi è quella di Lucio che in un modo assolutamente inverosimile riceve la vocazione religiosa. Tutto ha inizio con un piccolo urto con l’auto di un prete che decide di soprassedere all’accaduto se il ragazzo accetta ogni tanto di fare qualche offerta a San Giuseppe da Copertino protettore degli studenti. Egli acconsente perché gli sembra la soluzione migliore. Poco dopo in auto, mentre si trova al cellulare con il padre, Lucio ha un incidente e finisce all’ospedale privo di sensi. Quando si riprende sostiene di aver visto la “luce”. Così un Lucio prima non credente decide di seguire la vocazione. Tutto ciò durante il libro mi ha dato un po’ fastidio considerando poi che il ragazzo nel precedente romanzo mi era piaciuto.
Inoltre, il mio personaggio preferito, Valerio, nel primo volume è stato presentato in un determinato modo, qui a tratti sembra diverso e fa cose che nel libro precedente non avrebbe fatto. L’autore me lo ha rovinato soprattutto in relazione a Lucia con cui ha una specie di storia all’inizio non destinata ad esserci e invece…
Un altro personaggio che oltre ad essere cambiato sembra irriconoscibile è Claudio Rizzo. Nel primo volume egli si dimostra il leader bello e irraggiungibile della classe, colui che non ha voglia di studiare e si prende gioco dei sentimenti della figlia del professore, mentre qui assume un comportamento più dimesso, si impegna nello studio per iscriversi ad una prestigiosa università sostenendo di volerlo fare con le sole proprie forze e corre dietro ad una ragazza che inizialmente nemmeno lo prende in considerazione. Anche questo personaggio è decisamente caduto.
Infine, se il primo volume poteva essere anche abbastanza realistico, qui di verosimile c’è ben poco. La situazione surreale più evidente è stata vedere alcuni studenti realmente interessati allo studio e mettere questo davanti a tutto. Oggi realmente chi lo fa? Solo rare eccezioni.
Concludo sostenendo che questo libro non è all’altezza del primo e si risolleva solo nell’ultima parte. Appena potrò inizierò a guardarmi la seconda stagione e poi magari farò un confronto. Ho sentito, inoltre, che quest’autunno uscirà anche la terza serie tv de “I Liceali” con un nuovo cast e, chissà, un nuovo libro. Io a tal proposito sono un po’ titubante del risultato che ne uscirà ma forse potrei dare un’occhiata. 

VOTO: ***
Titolo: I Liceali - L'Anno della Maturità
Autore: Pietro Valsecchi
Editore: Mondadori 
Pagine: 324
Prezzo: €16,00

lunedì 11 ottobre 2010

Qual'è la Cover più Bella? Settembre

BOggi, dopo aver recuperato un pò di ore di sonno, posso finalmente pubblicare questo post sulla cover vincitrice di settembre.
 La cover vincitrice è "La Rivolta dei Vampiri" con il 66% dei voti

TRAMA
Il Carnevale si avvicina e tutta la città è in fermento. Nelle sue stanze Lady Victoria Gardella, cacciatrice di vampiri, piange la morte del marito, ma il pericolo è di nuovo in agguato. Tra i vicoli di Roma gira voce che le forze del Male stiano preparando un nuovo attacco: il temibile Akvan ha stretto un’alleanza con altre creature mostruose e sanguinarie e sta per varcare la Porta degli Alchimisti. La città è già in preda al terrore, ma Lady Victoria è pronta alla nuova sfida. Intanto Maxi milan Pesaro, cacciatore di vampiri, è tornato: stavolta è deciso a spezzare le catene della sua schiavitù. E Se bastian Vioget, enigmatico seduttore, rivela di conoscere un segreto che potrebbe essere determinante per la sconfitta di Akvan. Lady Victoria sa bene che gli alleati vanno scelti con cura e sente che di Sebastian non può fidarsi. Eppure non sa resistere al suo fascino magnetico…

Titolo: La Rivolta dei Vampiri
Autore: Colleen Gleason
Editore: Newton Compton  
Pagine: 163 
Prezzo: € 12,90

BOOKTRAILER

domenica 10 ottobre 2010

Recensione Buio - My Land -

Nuovamente rimando il post sulla serie di Colleen Gleason perchè mi manca il tempo per costruirlo e mi limito a pubblicare la recensione che ho scritto un pò di tempo fà su Buio, il primo libro della trilogia di Elena Melodia.
P.S. Chi legge non si soffermi troppo sulla mia scrittura sgrammaticata.

TRAMA
Diciassette anni, bellissima, apparentemente sicura di sé ma fragile e inquieta, Alma ha un solo credo: "Sorrisi e lacrime possono essere molto pericolosi se lasciati fuori controllo". Se lo ripete ogni mattina, quando esce di casa per affrontare la Città là fuori e cammina sotto un perenne cielo grigio, diretta a scuola con il suo zaino, rigorosamente viola. Tutto ciò che Alma adora è viola. Come la copertina del quaderno che ha comprato in una strana cartoleria del centro pochi giorni prima, quando tutto ha avuto inizio e la sua vita ha cominciato a scivolare in un assurdo incubo senza fine. Una serie di efferati omicidi sta infatti trasformando in realtà i racconti che Alma scrive di notte, come in preda a un’inspiegabile trance, rendendosi conto solo al suo risveglio che i deliri di paura e violenza affidati alle pagine di quel quaderno anticipano le mosse dell’assassino. Mentre la polizia indaga senza risultati e i giornali si scatenano, Alma si ritrova sempre più isolata, alle prese con qualcosa di grande e oscuro, che sfiora la natura stessa del Male e che pure sembra riemergere dal suo passato, insieme ai continui, lancinanti mal di testa che la assalgono come per avvertirla di qualche pericolo. Soltanto Morgan, il ragazzo più misterioso e sfuggente della scuola, i cui incredibili occhi viola sanno leggere nel suo cuore come nessun altro, sembra in grado di fornirle le risposte sulle sinistre presenze che le si addensano intorno.

RECENSIONE
Ho appena finito di leggere questo libro di Elena P. Melodia e nel complesso mi è piaciuto.
Il romanzo si divide in due parti dove le prime duecento pagine fanno da introduzione mentre poi ci si addentra lentamente nella storia, ecco secondo me è un pò lento.
Ad un primo impatto sembra aver davanti un libro adolescenziale di formazione perchè inizia presentando la protagonista, Alma, un'adolescente, e le sue amiche con relative avventure e disavventure quotidiane, poi ci si addentra e c'è il susseguirsi dei delitti, dei misteri che avvolgono questi intrecciandosi con le insolite caratteristiche di Alma. Si può dire che il romanzo è un noir soft, adolescenziale e non un urban fantasy come viene pesentato, per lo meno io di "fantastico" ho visto ben poco, solo un pò la fine.
Come andamento è un pò altalenante nel senso che all'inizio è noioso poi, se si riesce a proseguire, ti stupisce positivamente, in seguito la tensione cala fino ad arrivare al finale dove il libro si chiude improvvisamente lasciando la storia proseguire nel romanzo successivo.
Sebbene l'autrice è un'esordiente nel complesso ha saputo fare un buon lavoro caratterizzando i luoghi, la protagonista, creandoli una personalità e uno spessore, e sapendo intrecciare una storia abbastanza intrigante e soprattutto non troppo sdolcinata. Naturalmente questo è solo il primo volume, ora si vedrà il seguito.
Infine sento spesso Elena Melodia venire paragonata a Stephenie Meyer ma secondo me chi lo sostiene non ha letto il libro perchè non vi è nessun collegamento tra le due se non il fatto che in Italia i loro romanzi sono stati pubblicati dalla stessa casa editrice.
Mi sembra di aver fatto una recensione abbastanza positiva, basandomi sui miei standard, spero di non essermi sbilanciata troppo. 

VOTO: ****

 Titolo: Buio
Autore: Elena P. Melodia
Editore: Fazi
Pagine: 415
Prezzo: € 18,50

venerdì 8 ottobre 2010

SONDAGGIO: La Serie del Mese

Finalmente la settimana è conclusa e posso concentrarmi un pò sul mio blog. Come è dura la scuola! Comunque visto l'ora tarda e la stanchezza che mi impedisce di creare un post dedicato alla serie del sondaggio del mese di settembre, pubblico qui sotto il nuovo sondaggio di ottobre sulla copertina più bella di una saga attualmente conclusa, nello specifico "Il Ciclo di Viki Nelson" aka "Blood Ties" di Tanya Huff

Il prezzo del Sangue

Tracce di Sangue

Linee di Sangue

Patto di Sangue

Debito di Sangue

La Banca del Sangue

sabato 2 ottobre 2010

ANTEPRIMA: Ombra di Elena P. Melodia

Tra poco uscirà il secondo volume della trilogia My Land di Elena Melodia e probabilmente la mia prossima recensione sarà sul primo romanzo. Ovviamente Ombra si trova sulla mia lista dei prossimi acquisti anche perchè il libro precedente mi è piaciuto molto e di questo ho già letto ottime recensioni in anteprima.
P.S. In occasione dell'uscita del romanzo si può scaricare in PDF, fino al 30 novembre, Buio. Per farlo cliccare QUI.

TRAMA
Alma apre gli occhi. Incredula, con la testa dolorante, si ritrova su un pavimento di legno, all'interno di un negozio del centro. Accanto a lei, il corpo senza vita del vecchio cartolaio, che lei ben conosce e che tanto spesso, col suo sorriso gentile, le ha regalato un momento di conforto nelle sue giornate. Non ci sono dubbi: è l'ennesima vittima dei Master, le creature provenienti dal mondo malefico che getta la sua ombra sulla Città. Alma non può fare altro che fuggire, sempre più terrorizzata e sola. Morgan, l'enigmatico ragazzo dagli occhi viola, l'unico che sembrava capirla e conoscerla davvero, è scomparso nel nulla. Senza di lui, la scuola è solo una stanza vuota. Alma non prova più gioia nel suo cuore, nemmeno per l'amica Seline, che sembra finalmente serena vicino ad Adam. Del resto, quando è stata l'ultima volta che Alma si è sentita felice? Com'è possibile che non sia mai riuscita a legarsi a un ragazzo prima di Morgan? E perché anche nei suoi riguardi quel che sente, in fondo, è solo tanta confusione? Le risposte, scoprirà, hanno a che fare con la sua stessa natura e le sue vere, oscure origini. Risposte affidate agli occhi di una ragazza di cui Alma fissa incredula la fotografia esposta a una mostra, riconoscendovi il proprio ritratto. Risposte che giacciono sott'acqua. In quell'acqua in cui lei, chissà perché, non può, non riesce a immergersi. Quelle risposte sono a portata di mano, nel mondo parallelo di My Land da cui Alma proviene, al di là di una porta chiusa che solo Morgan può insegnarle ad aprire e di cui lei, senza saperlo, possiede già la chiave.

SERIE
-Buio
-Ombra
-Luce (prossimamente)

Titolo: Ombra
Autore: Elena P. Melodia
Editore: Fazi
Pagine: 500
Prezzo: € 18,50